Cultura
Commenta

FAI, al Museo Civico una conferenza
su Maria Verga Bandirali

Mercoledì 11 maggio 2022, alle ore 17, nella Sala Pietro da Cemmo del Museo Civico di Crema e del Cremasco si terrà una conferenza della Delegazione FAI di Crema su Maria Verga Bandirali, studiosa cremasca per l’arte del Rinascimento lombardo.

la relatrice sarà Paola Venturelli dell’Università di Verona, mentre l’intervento introduttivo è affidato a Valerio Ferrari, Presidente del Museo della Civiltà Contadina di Offanengo, fondato da Maria Verga Bandirali.

Maria Verga Bandirali

Studiosa instancabile e rigorosa in vari e differenziati campi della ricerca storica, documentale, artistica, archeologica, demologica, territoriale, appuntata soprattutto sul territorio cremasco, Maria Verga Bandirali, nella sua lunga e produttiva attività, ha contribuito in modo determinante e originale alla conoscenza e alla rivalutazione di innumerevoli aspetti, circostanze, patrimoni materiali e immateriali che fanno del Cremasco un’area geografica e storica con suoi caratteri specifici.

La sua costante partecipazione attiva alla vita culturale locale le ha consentito, con speciale lungimiranza, di dare inizio e forma, tra le altre cose, anche al Museo della civiltà contadina di Offanengo. Un luogo fisico, ora ospitato in una spaziosa cascina posta al margine meridionale dell’abitato storico, in cui raccogliere e conservare la memoria materiale di una comunità di ambiente prettamente rurale, in cui tuttavia continua a riflettersi e a concretizzarsi la sapienza di un mondo
passato che ancora può trasmettere alla nuove generazioni consapevolezze di vita e valori sociali troppo spesso trascurati, se non disdegnati, ma che rimangono alla base della convivenza di ogni popolo civile. Ed è questo il messaggio in cui Maria Verga Bandirali ha sempre creduto e che ha sempre voluto tramandare ai suoi allievi, ai suoi amici, alla comunità intera, con slancio e dedizione.

© Riproduzione riservata
Commenti