Politica
Commenta

Psi: con Bergamaschi
e per il Sì al referendum

Per il prossimo appuntamento elettorale del 12 giugno, la Comunità socialista cremasca- PSI, rappresentata da Virginio Venturelli e Alberto Gigliotti chiama a raccolta iscritti e simpatizzanti, per una mobilitazione a sostegno del candidato a sindaco Fabio Bergamaschi, per la lista Crema Riformista e per il Sì ai referendum sulla giustizia.

“Due esplicite indicazioni di voto – commentano Alberto Gigliotti e Virginio Venturelli – la prima, per il riscatto della politica e dei partiti come previsti dalla Costituzione, la seconda per un ordinamento giudiziario, più equilibrato e liberale”.

Nella nota diffusa dalla Comunità socialista, si ricordano i 130 anni dalla nascita del movimento socialista italiano, ed il percorso verso la riorganizzazione del PSI, cui la Comunità socialista cremasca crede, e per la cui promozione negli anni scorsi si è impegnata, contribuendo anche alla realizzazione del volume curato dal giornalista Andrea Galvani, “Fatti e protagonisti del socialismo cremasco”, presentato nel dicembre del 2018, in un’affollata sala Pietro da Cemmo, alla presenza di Ugo Intini e di tanti amministratori locali esponenti del vecchio Psi.

“Al segretario del Psi Enzo Maraio, nel corso della sua presenza in città a sostegno della lista Crema Riformista, abbiamo anticipato le nostre aspettative per il prossimo congresso del Partito – scrivono Gigliotti e Venturelli – per un appuntamento rivoluzionario, aperto a tutte le realtà che si richiamano alla tradizione socialista, affinché si possa finalmente definire un progetto politico e programmatico unitario, per il futuro del Paese”.

I socialisti cremaschi si richiamano agli insegnamenti di Carlo Rosselli, criticano populismi e demagogia degli ultimi lustri e ripercorrono la storia e le battaglie politiche nazionali e locali: dall’antifascismo, alla riforma agraria, dalla scuola, alla nazionalizzazione dell’energia, dallo Statuto dei Lavoratori, ai diritti civili.

“Possiamo ritornare ad essere una forza determinante nell’ambito delle politiche sociali, del lavoro, della scuola, dell’ambiente, della sanità, rafforzando e rinnovando il patrimonio valoriale della tradizione socialista”, concludono Venturelli e Gigliotti, per i quali una coalizione socialista, democratica e ambientalista, rappresenta l’opzione politicamente più rispondente al perseguimento di una società più giusta.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti