Cronaca
Commenta

Stanga Crema:
in ‘Gallotta’ si sperimenta

Proseguono le attività di sperimentazione presso l’azienda agricola della sede di Crema, dell’Istituto Agrario Stanga, diretta da Marco Samarani: nei giorni scorsi gli studenti della classe 5 G dell’indirizzo tecnico agrario, hanno preso parte ad un intervento realizzato in collaborazione con Corteva, azienda leader nel campo delle sementi con il marchio Pioneer.

“L’obiettivo di quest’anno – dice il direttore della Gallotta di Sotto e referente di questo progetto – è quello di intensificare la sperimentazione della linea degli ibridi di granella per filiera alimentare, con lo scopo di evidenziare le possibilità produttive, qualitative, parametri e performance legate alla filiera produttiva per l’alimentazione umana”.

In quest’ambito, grazie alla disponibilità di Carlo Siena, tecnico di zona della Pionner Corteva e presidente del consiglio d’istituto dello Stanga di Cremona, nei giorni scorsi si è proceduto alla semina, che nella parte di campo riservato a quest’attività, ha lo scopo di confrontare ibridi di mais commerciali, che hanno caratteristiche diverse rispetto alla capacità di adattamento a terreni e territorio, al fine di verificare qual è la tipologia migliore da utilizzare nei terreni dell’azienda della scuola, capace di garantire resistenza patogena, ma anche resistenza a stress da acqua, considerate le poche piogge delle ultime stagioni.

Le sperimentazioni sono una costante della scuola diretta da Serena Cracolici, che già negli anni scorsi, stimolata dall’ex direttore Attilio Maccoppi, aveva avviato un’operazione di confronto degli ibridi con la Rete Nazionale Crea di Bergamo, ente di ricerca dedicato alle filiere agroalimentari del ministero delle politiche agricole. Quest’anno si è deciso di focalizzare l’attenzione verso la filiera produttiva per l’alimentazione umana, viste le richieste del mercato delle materie prime, che per diverse motivazioni sono meno disponibili rispetto al passato.

In attesa di proporre nelle prossime settimane, un’edizione rinnovata della Fattoria dell’Asino Felice, dedicata ai bambini delle scuole dell’infanzia e primarie del territorio, l’attività in Gallotta continua con le consuete lavorazioni che impegnano gli studenti nella coltivazione di pomodori, zucche, verdure, oltre al monitoraggio di alberi da frutto e vigneto, senza dimenticare le attività collaterali: infatti, nell’ambito degli approfondimenti sui tappeti erbosi, altre due classi della sede di Crema dello Stanga hanno potuto vedere da vicino il terreno di gioco dello stadio San Siro, e conoscere dal racconto degli agronomi che si occupano della sua cura, le tecniche per consentire ai calciatori di Milan e Inter di giocare su un manto erboso di prima qualità. Questa volta, accompagnati dai docenti Giuseppe Guzzetta, Monica Regazzetti, Giorgio Rizzi e Marco Samarani, sono stati gli studenti delle classi 4 G e 4 D del tecnico.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti