Cronaca
Commenta

Investimenti importanti
per i nidi comunali

Un nido nel quartiere Sabbioni, in Via Cappuccini, nel quale confluiranno due servizi comunali: quello di Via Dante, nella sua interezza, in attesa del nuovo nido di via Desti, e parte di quello di Via Braguti, così da iniziare e concludere i lavori di adeguamento programmati in quella sede.

È questa la soluzione transitoria, ma con un lascito interessante per il quartiere, trovata dall’Amministrazione comunale per l’anno educativo 2022-2023, garantendo alle famiglie dei bambini continuità pedagogica in spazi idonei.

La premessa più decisiva di questa scelta è il nido comunale di Via Dante, che ha ormai raggiunto la meritata pensione: i suoi limiti strutturali rendono diseconomico un intervento profondo, specialmente se si considera che l’immobile non è di proprietà dell’Ente. La seconda “molla” sono le tempistiche per la costruzione del nuovo asilo in centro città – influenzate anche dall’attesa per il finanziamento da PNRR – che sono nell’ordine di due anni. Alla concomitanza di fattori partecipa anche la necessità dei lavori di adeguamento al nido di Via Braguti, che non possono essere ridotti ai soli mesi di chiusura (nel caso di un nido, soltanto agosto) e che perciò dovranno essere svolti per lotti anche durante l’anno educativo.

Dopo un’accurata ricognizione dell’ufficio scuola insieme all’ufficio tecnico, si è individuato all’ex materna dei Sabbioni in via Cappuccini il luogo che rappresenta la soluzione ideale: spazi che hanno già ospitato un asilo, quindi strutturalmente già orientato; un plesso separato rispetto alle primarie che consente una rimodulazione, nell’ottica del progetto pedagogico montessoriano del Comune senza pregiudizio per l’attività nelle aule dell’altro plesso scolastico.

Il risultato sarà un anno 2022-2023 su due sedi: 28 bambini in Via Braguti e 64 in Via Cappuccini.

“Abbiamo attivato delle scelte mossi esclusivamente dalla volontà di garantire ai nostri piccoli cittadini continuità educativa in ambienti sempre più sicuri e confortevoli”, commenta l’assessore al Welfare, Michele Gennuso. “Inoltre, avere in città, a parte il nuovo nido, anche una struttura riqualificata in un altro quartiere rappresenta senza alcun dubbio una valore aggiunto in merito all’offerta futura di posti per i nidi in città”.

Attilio Galmozzi, assessore all’Edilizia scolastica, sottolinea il lavoro di condivisione con la primaria dei Sabbioni: “Abbiamo curato il confronto con dirigenza scolastica e genitori per rassicurarli sulla qualità dell’operazione, che non comprometterà la convivenza con la scuola vicina, recupererà tutti gli spazi necessari e porterà in dote una riqualificazione di cui godrà il quartiere e potenzialmente in futuro anche la primaria stessa”.

Questo è uno dei punti affrontati in conferenza stampa dalla sindaca di Crema, Stefania Bonaldi: l’investimento in un edificio di proprietà comunale che supera la sua utilità transitoria. “Interverremo a breve sulla sede dei Sabbioni per l’allestimento degli spazi. In termini di prospettive ovviamente è una scelta che durerà due anni, rimettiamo alla volontà della prossima amministrazione eventuali decisioni rispetto all’utilizzo di quel complesso per la fascia 0-6 anni. Facciamo presente che intanto abbiamo investito valorizzando una proprietà del comune, inoltre la richiesta dei nidi e delle esigenze conciliative delle famiglie sono destinate comunque ad aumentare, perciò sicuramente è una opportunità per il quartiere. Del resto, questa decisione non poteva invece essere demandata alla nuova amministrazione, perché le famiglie hanno diritto di sapere dove saranno erogati i servizi per i loro bambini”.

IN SINTESI:

In sintesi: il Nido di via Dante si trasferisce completamente in via Cappuccini, in attesa del nuovo nido di Via Desti, previsto entro due anni; per il Nido di Via Braguti verranno eseguiti lavori di adeguamento nel corso dell’anno 2022-2023 per lotti; spazio per 28 bambini in Via Braguti, 32 in via Cappuccini; investimenti da 235 mila euro per via Cappuccini, 180 mila euro per Via Braguti; inizio dei lavori in Via Cappuccini ad aprile ed in via Braguti in autunno.

© Riproduzione riservata
Commenti