Cronaca
Commenta

Vaccinazioni antiCovid, fine
settimana ad accesso libero

Anche per il prossimo fine settimana, l’ATS della Val Padana e le ASST di Crema, Cremona e Mantova, in raccordo con l’Unità di Crisi di Regione Lombardia, danno la possibilità, a chi ha compiuto i 5 anni d’età, di accedere senza prenotazione ai centri vaccinali per ricevere la vaccinazione anti Covid-19.
In particolare, grazie alla disponibilità delle ASST a compiere un ulteriore sforzo organizzativo, è assicurato, tra sabato 26 e domenica 27 febbraio, l’accesso libero per tutti coloro che si presenteranno presso uno dei centri vaccinali aperti, nei giorni e negli orari come da calendario di seguito riportato.

ASST DI CREMA
CREMA – sabato 26 febbraio 2022 – Ex Tribunale di Crema, Via Macallè 11/C – dalle 8 alle 12

ASST CREMONA
CREMONA – sabato 26 febbraio 2022 – Fiera Cremona, P.zza Zelioli Lanzini 1 – dalle 8 alle 12
CREMONA – domenica 27 febbraio 2022 – Fiera Cremona, P.zza Zelioli Lanzini 1 – dalle 15 alle 19

ASST DI MANTOVA
Accesso libero per la fascia pediatrica (5 – 11 anni)
MANTOVA – sabato 26 febbraio 2022– Palazzina 10, Via dei Toscani 1 – dalle 13 alle 18
MANTOVA – domenica 27 febbraio 2022– Palazzina 10, Via dei Toscani 1 – dalle 8 alle 13
GONZAGA – sabato 26 febbraio 2022– Fiera Millenaria – dalle 9 alle 15
BORGO MANTOVANO – sabato 26 febbraio 2022– Ospedale via Bugatte, 1 – dalle 9 alle 15
CASTIGLIONE DELLE STIVIERE – sabato 26 febbraio 2022– Via Ordanino, 11 – dalle 9 alle 14

Accesso libero con linea dedicata adulti e adolescenti (Over 12)
MANTOVA – sabato 2o febbraio 2022 – Grana Padano Arena – dalle 8 alle 14
MANTOVA – domenica 27 febbraio 2022 – Grana Padano Arena – dalle 8 alle 14
GONZAGA – sabato 26 febbraio 2022 – Fiera Millenaria – dalle 9 alle 15
BORGO MANTOVANO – sabato 26 febbraio 2022– Ospedale via Bugatte, 1 – dalle 9 alle 15
CASTEL GOFFREDO – sabato 26 febbraio 2022 – Palazzetto dello Sport – dalle 8 alle 14
VIADANA – sabato 26 febbraio 2022 – MuVi – via Manzoni, 4 – dalle 8 alle 14

“A fronte del progressivo allentamento delle misure sanitarie di contenimento della pandemia – comunica l’Ats –  in considerazione del miglioramento della situazione epidemiologica ottenuta anche grazie al successo della campagna vaccinale, si ritiene comunque importante ribadire che la vaccinazione rimane uno strumento di prevenzione essenziale, per proteggere la propria salute e consentire davvero il ritorno alla normalità, in sicurezza, nella direzione indicata dal Governo.

A coloro che, pur essendo idonei, ancora oggi non sono vaccinati o non hanno ricevuto la terza dose dopo il completamento del ciclo vaccinale primario da più di quattro mesi, l’ATS della Val Padana rivolge nuovamente l’invito ad aderire alla vaccinazione.

Coloro che avessero ancora dei dubbi, nonostante le ampie evidenze scientifiche, possono rivolgersi al proprio medico di fiducia o al pediatra di famiglia, per ricevere le informazioni e rassicurazioni necessarie, ferma restando in ogni caso sempre la valutazione da parte del medico vaccinatore al momento dell’anamnesi presso il Centro vaccinale”.

© Riproduzione riservata
Commenti