Cultura
Commenta

Dopo 2 anni di Covid esce "Nomi", la
canzone in omaggio a chi non c'è più

Le note per ricordare. Per spiegare il dolore e dare forma alla speranza. A due anni esatti dall’inizio dell’emergenza pandemica Gio Bressanelli ha messo in musica Nomi, una canzone scritta nel corso della prima ondata pandemica per omaggiare persone che ci hanno lasciato troppo presto.

“Non sono il solo a portare il peso del ricordo – spiega Bressanelli – con me ci sono anche tanti altri musicisti cremaschi in un gesto di condivisione, che è fonte primaria di salvezza”. Con lui hanno cantato Yuri Barozzi, Jessica Sole Negri, Sonia Calvani, Elisa Tagliati, Paolo Simonetti, Gianluca Gennari, Paolo Cella, Luca Angelini. Il videoclip, a cura di Michele Mariani, verrà diffuso lunedì 21 febbraio su Youtube e sui principali social network.

“Il lavoro non è solo opera mia, piuttosto è stato creato da C.r.e.m.a. ossia Canzoni, ricordo e molto ancora, una realtà fatta di professionisti che vogliono coltivare la memoria. I ricordi sono un patrimonio da difendere.

Raccontiamo un periodo in cui i nomi non potevano essere nominati e le lacrime non trovavano visi da consolare. Le storie non prendevano corpo nella memoria di ognuno di noi. Per questo i nomi, i volti, le note e le parole di questo brano hanno bussato con tanto vigore ed insistenza alla mia porta. Abbiamo voluto urlare questi nomi: hanno la faccia del nostro nonno, del nostro vicino, dell’amico che giocava a carte con lo zio, della nonnina in casa di riposo, che tanto hanno dato e tanto potevano ancora dare alla comunità. Ora abbiamo una responsabilità: dobbiamo e vogliamo essere la loro voce”.

Ovviamente in musica. “La stessa che ci aiuta a capire il dolore e dare forma alla speranza”. L’auspicio in fin dei conti è sempre lo stesso: “spero che le mie canzoni possano essere utili”.

© Riproduzione riservata
Commenti