Cronaca
Commenta

Arte e solidarietà: il Galilei
sostiene Anffas Crema

Consegnata ieri mattina presso la sede dell’Istituto Galilei di Crema, l’opera dall’artista Pierdomenico Magri, che la scuola diretta da Paola Orini si è aggiudicata nel corso di un’asta benefica a favore dell’Anfass Crema, che si è svolta nei giorni scorsi presso un locale di Trescore Cremasco. La consegna è avvenuta alla presenza di Rosella Di Giuseppe, vice sindaco e assessore con delega ai servizi sociali e all’istruzione del comune di Trescore Cremasco, del
vicepreside Davide Pagliarini, di Daniela Martinenghi per Anffas Crema e della docente promotrice, Vittoria Polimeni.

A testimoniare l’impegno diretto degli studenti, i due rappresentanti, Gabriele Fasitta e Giulia Pellegriti, i quali nelle scorse settimane si sono impegnati a diffondere tra gli studenti le finalità della raccolta fondi a favore di Anffas Crema.

Quanto all’opera, Scudo con Luna, che con i suoi colori intensi ha già trovato spazio nel corridoio che porta agli uffici di segreteria, è stata descritta dallo stesso artista, con i due rappresentanti degli studenti che gli hanno consegnato una pergamena, nella quale lo si ringrazia per l’opera e per aver consentito loro di contribuire al sostegno dell’Anffas.

Da parte sua, la dirigente scolastica, ringraziando coloro che a vario titolo hanno contribuito ha dato risalto all’impegno degli studenti, anche per quanto da loro scritto nella pergamena, intendendo il Galilei come una famiglia. “Si tratta di una visione di scuola che mi fa molto piacere, una scuola non solo a livello burocratico, ma una comunità educante, dove tutti sono parte.

Credo nell’eccellenza sostenibile – ha aggiunto la dirigente Orini – che persegue l’eccellenza incoraggiando i talenti, ma con un’apertura verso chi ha bisogno e manifestazioni come queste, che hanno il fine benefico a supporto di un’associazione come l’Anffas, mi inorgoglisce”.

Per la preside Orini, l’emergenza pandemica che ha travolto tutti due anni fa ha segnato particolarmente il terzo settore e associazioni come Anffas Crema, che da cinquant’anni garantisce vicinanza quotidiana a tante famiglie cremasche: “Nella speranza che la situazione possa evolvere al meglio e che da settembre si possa tornare a programmare le attività scolastiche come prima, il Galilei ed i suoi studenti – ha concluso la preside – saranno lieti di poter collaborare attivamente con l’Anffas”.

E per Anffas Crema, la presidente Daniela Martinenghi si è complimentata con i rappresentanti degli studenti, per essere riusciti a comunicare ai loro coetanei, quello che è l’attività dell’associazione nell’affrontare giornalmente, i bisogni che le diverse disabilità presenti esprimono.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti