Cronaca
Commenta

Scuole al via, ma a Cremona
manca ancora il provveditore

Alla ripresa complessiva dell’attività scolastica, tra le numerose incognite e difficoltà, a Cremona si aggiunge la mancanza del provveditore. La battaglia sindacale potrebbe portare ad una svolta.

“Oggi riparte la scuola e Cremona non ha ancora un provveditore” a sottolinearlo è il consigliere regionale del Pd Matteo Piloni che, preoccupato, questa mattina ha scritto al direttore dell’Ufficio scolastico regionale per chiedere delucidazioni sui motivi del ritardo, ma soprattutto sui tempi di nomina.“Con la ripresa della scuola e le molte e complesse problematiche legate alla pandemia – scrive Piloni – la presenza formale di un provveditore a tutti gli effetti non solo è auspicabile in tempi rapidi, ma soprattutto necessaria per consentire le quotidiane interlocuzioni sia all’interno del mondo scolastico che nei confronti degli altri enti provinciali”.“È per questi motivi che ho chiesto al direttore dell’USR i motivi di questo ritardo e quali siano i tempi previsti per la nomina in oggetto” conclude il consigliere dem.

Il servizio di Simone Arrighi

© Riproduzione riservata
Commenti