Cronaca
Commenta

Crema sonora: l’11 dicembre
Ember Social Theater

Torna il progetto Crema sonora, la nuova proposta della Fondazione San Domenico e del Civico Istituto Musicale Folcioni, che offre a DJ e performer cremaschi, la possibilità di esibirsi in un contesto insolito, qual è un teatro. L’evento è stato presentato questo pomeriggio nella sala riunioni del San Domenico e si svolgerà sabato 11 dicembre dalle 16 alle 22, riprendendo quanto già fatto la scorsa primavera. Sarà una giornata che si preannuncia interattiva e ricca di performance artistiche e musicali, con il teatro che diventa contesto sociale, dove gli spettatori potranno essere essi stessi parte attiva, con la possibilità di interagire in vario modo. Per l’occasione, il teatro accoglierà dodici Dee Jays: per EmberSimone De Poli, Mattia Cerri, Stefano Prezioso, Claudio Bertolasi, Roberto Fortunato, Andrea Assandri. Per VinylismiGenesio Bonfanti, Antonio Comandulli, Ezio Spoldi, Alberto Severgnini, Francesco Zanotti, Giovanni Colombi. Non solo DJs, ma anche artisti e talenti in varie discipline, danza, scenografia, musica, proiezioni: Giulia Ronchetti, Denny Lodi, Eleonora Evo, Esteban, Elisa Tagliati, The Dark Side, LaborAttori, Gianni Satta, Alessandro Lazzaroni.

L’evento è pensato in maniera da avere due aree, all’interno delle quali diversificare la proposta: nella zona uno, Ember stage sul palcoscenico, DJs di stampo musicale elettronico, accompagnati da interventi artistici di varia forma, con la partecipazione attiva del pubblico, con cartelloni e banner legati all’evento. Nella seconda zona, denominata Vinylismi, nel foyer, DJs di stampo analogico, che riprendendo quanto fatto nei mesi scorsi al Mercato Austroungarico, interverranno musicalmente con loro selezioni, allietando le offerte proposte dal Laboratorio Vero Amore, partner dell’evento, in un contesto di aggregazione e socialità.

Per il presidente Giuseppe Strada, l’occasione per riproporre un’esperienza che era stata sperimentata la scorsa primavera, ancora in una situazione di restrizioni, grazie ad un’idea estemporanea di Andrea Assandri, ex studente del Pacioli. Perché non rivolgere lo sguardo anche verso target di pubblico diversi, si chiede Strada, visto che “il teatro accoglie tutti e tutte le forme d’arte”. Di giornata sperimentale ed atipica per un teatro, ha parlato invece Andrea Assandri, dove DJ e performer incroceranno le rispettive competenze, rilanciando il tutto sui canali social e YouTube della manifestazione. Nel rispetto delle normative vigenti in tema di contenimento del contagio da Covid 19, l’accesso al teatro sarà consentito con super green pass e mascherina. I biglietti sono già in vendita nei consueti canali al costo di 10 euro, con drink di benvenuto, braccialetto di riconoscimento e bicchiere personalizzato.

Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti