Cronaca
Commenta

Botta e risposta Beretta - Bonaldi
Il forzista: "Mai uno scatto di umiltà"

“Dalla Bonaldi mai uno scatto di umiltà. Pretende di avere ragione anche quando i fatti la smentiscono”. Prosegue il botta e risposta tra il consigliere forzista Simone Beretta e il sindaco Stefania Bonaldi sulla questione piscina. “Lei ha torto, nuotando come al solito a vista e con il salvagente, mentre io ho ragione perché la realtà abiura la sua fantasia. Sarà anche per questo che il sindaco è infastidita dalle “chiacchere da bar””.

Per Beretta il sindaco “tende ad autoassolversi dai tanti contenziosi che la sua amministrazione ha avuto e per i quali ha speso tanti soldi in consulenze e spese legali e non per uscirne vincitori, ma spesso per transare con la controparte. Questo sta a significare l’ammissione di avere perlomeno avvallato ed aggiudicato gare e sottoscritto convenzioni non sempre all’altezza della situazione”.

“Avrebbe potuto fare meglio – prosegue Beretta – molto meglio, a difesa degli interessi della nostra città e dei suoi cittadini che le affidano i loro soldi. Invece non è stata in grado di farlo. Le fa comodo dimenticare il pasticcio reiterato sulla piscina, sui parcheggi, su Crema 2020,  i ritardi vergognosi sulle luci al Voltini, sul ponte del fiume Serio, sulle barriere architettoniche, sul decoro della città… Le sue mistificazioni per lavarsi la coscienza stano a zero”.

“Una lista della spesa infinita. Faccia come noi la Bonaldi: frequenti un po’ di più la piazza, la farebbe tornare con i piedi per terra e anche un po’ meno caustica, atteggiamento istituzionale poco consono”.

© Riproduzione riservata
Commenti