Ambiente
Commenta

Maltempo a Spino, il Comune chiede
stato di calamità naturale

Tetti sradicati, alberi caduti, abitazioni private ed edifici comunali allagati. E’ il bilancio degli ingenti danni causati dal maltempo. Un violento temporale si è abbattuto ieri nell’alto cremasco colpendo soprattutto i paesi di Rivolta d’Adda e Spino d’Adda. A Spino Il vicesindaco Enzo Galbiati chiederà a Regione lo stato di calamità naturale.

Stalle scoperchiate, vigneti distrutti, campi di soia e mais devastati, decine di alberi abbattuti. E’ quanto emerge da un primo monitoraggio della Coldiretti regionale sugli effetti dell’ultima ondata di maltempo che ha investito tutta la Lombardia da Pavia a Milano, da Varese alla Valtellina, fino alle province di Brescia, Bergamo e Cremona.

“Nell’alto Cremasco – aggiunge l’associazione degli agricoltori – una tromba d’aria e la grandine hanno piegato le colture in campo tra Rivolta d’Adda e Spino d’Adda, con stalle scoperchiate e decine di piante abbattute.  Con l’ultima ondata di maltempo salgono a milioni di euro i danni causati in tutta Italia dal clima impazzito in una estate 2021 bollente e siccitosa in cui si contano però fino ad ora già 149 eventi estremi a livello nazionale secondo i dati dell’European Severe Weather Database (ESWD).

Sulla sola Lombardia nel mese di giugno si è abbattuta in media una grandinata ogni tre giorni, con danni alle coltivazioni in un periodo cruciale con le raccolte in corso e mentre ci si avvicina alla vendemmia.

Siamo di fronte in Italia alle conseguenze dei cambiamenti climatici con una tendenza alla tropicalizzazione e il moltiplicarsi di eventi estremi con una più elevata frequenza di manifestazioni violente, sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi e intense ed il rapido passaggio dal sole al maltempo. L’effetto dei cambiamenti climatici con l’alternarsi di siccità e alluvioni non impatta solo sul turismo ma ha fatto perdere – conclude la Coldiretti – oltre 14 miliardi di euro in un decennio, tra cali della produzione agricola nazionale e danni alle strutture e alle infrastrutture nelle campagne con allagamenti, frane e smottamenti”.

Servizio Tv Sabina Grilli

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti