Politica
Commenta

Comunali 2022, il M5s esclude
l'alleanza con il Pd

Manuel Draghetti

“Abbiamo avviato una discussione interna per definire la strategia da mettere in campo in vista della campagna elettorale”. A dichiararlo è Manuel Draghetti, consigliere comunale del Movimento 5 Stelle. Il partito di Grillo, a Crema, si sta dunque mobilitando per le elezioni comunali del 2022.

“Impensabile, allo stato attuale, un’alleanza con il Partito Democratico, perché troppo distante da noi da un punto di vista programmatico”. Un’opinione già espressa lo scorso settembre dal gruppo di attivisti, interrogati in merito. Votazione che, comunque, può cambiare, ma stando alle dichiarazioni del consigliere Draghetti, la possibilità di un’alleanza è inattuabile.

“Non abbiamo visto cambi di passo in dieci anni all’opposizione di Stefania Bonaldi e delle sue Giunte, non c’è stata discontinuità nel metodo”.

Il lavoro, in ogni caso, parte dalle tematiche care al Movimento: ambiente, sanità pubblica, servizi al cittadino, smart city, innovazione.

Nessun nome, come per tutti gli altri gruppi politici interpellati sino ad ora. Ma Draghetti ha palesato la propria disponibilità, qualora il partito glielo chiedesse, a candidarsi: “Credo che l’età poco c’entri con la capacità di studiare e comprendere gli atti amministrativi. Il M5s ha espresso, altrove, sindaci giovani che hanno svolto egregiamente il proprio lavoro. Se fosse necessario un mio passo avanti, lo farei”.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti