Cronaca
Commenta

Furti, rapine e minacce:
17enne arrestato a Soresina

Si è conclusa con l’arresto da parte dei Carabinieri della Stazione di Soresina l’escalation di reati messi in atto da un 17enne di Soresina, che nei giorni scorsi ha imperversato per il paese mettendo a segno furti, rapine e minacce. Il ragazzino, di nazionalità romena, era già stato denunciato a piede libero presso la Procura per i Minorenni di Brescia a causa di furti, tentati e riusciti, e atti vandalici.

Nello specifico, aveva tentato di rubare alcune autovetture parcheggiate per le vie di Soresina, ne aveva danneggiate altre ed aveva inoltre commesso un furto su auto, portando via un telefono cellulare e un computer. Tutte le volte era stato identificato e fermato dai Carabinieri, che infine avevano anche recuperato la refurtiva, riconsegnandola al legittimo proprietario.

Nel pomeriggio del 6 maggio, l’episodio culmine: probabilmente frustrato per il rifiuto ad un approccio sentimentale avuto con una sua coetanea, il giovane romeno aveva scagliato la sua rabbia nei confronti di un’amica della ragazzina, minacciata di morte dopo averla seguita per giorni.

La giovane, piangendo, ha raccontato tutto al padre, il quale si è rivolto al 112. Giunti sul posto, i Carabinieri si sono messi sulle tracce del 17enne, che nel frattempo aveva tentato una rapina nei pressi del Bocciodromo. In questo caso la vittima ha sorpreso il ragazzino nel tentativo di rubargli l’auto. Cercando di scappare, il minore ha spintonato e preso a calci il malcapitato dandosi alla fuga in direzione della Torre Civica, sede dell’Inps. E’ lì infatti che i Carabinieri lo hanno trovato mentre cercava di entrare nell’edificio.

Il ragazzo però non si è dato per vinta. Alla vista dei militari, ha inveito nei loro confronti, ingiuriandoli e minacciandoli. Mentre gli uomini dell’Arma cercavano di bloccarlo, ha reagito violentemente, prendendoli a schiaffi, calci e pugni. Alla fine i Carabinieri sono riusciti ad avere la meglio e a condurlo in caserma.

© Riproduzione riservata
Commenti