Cronaca
Commenta

Accerchiati e accoltellati. Si
indaga nel mondo della droga

Proseguono a tutto campo le indagini della polizia sul violento episodio accaduto verso le 16 di ieri pomeriggio all’uscita dalla metropolitana gialla di San Donato Milanese che ha visto una gang di giovanissimi accoltellare due ragazzi residenti a Crema, un italiano di 18 anni e un tunisino di 20 anni.

Gli agenti stanno sentendo testimoni e raccogliendo i filmati delle telecamere della zona. Secondo l’esito delle prime indagini, non è escluso che i due amici, entrambi incensurati, fossero arrivati a Milano con l’intenzione di acquistare droga nella zona del «boschetto» di Rogoredo, e in questo contesto sarebbero stati avvicinati e aggrediti.

I due ragazzi sono ricoverati uno al Policlinico e uno al Niguarda. Sono in condizioni serie, ma non a rischio di vita. Uno perdeva sangue dal braccio sinistro, l’altro aveva la felpa squarciata all’altezza dell’addome e ha riportato ferite anche al volto. La gang, formata da almeno cinque giovanissimi, avrebbe preteso la consegna di soldi e cellulari. La reazione dei due è stata quella di fuggire, ma sono stati inseguiti e raggiunti all’altezza del posto dei taxi in via Impastato. Lì sono stati aggrediti e colpiti con dei fendenti da due dei componenti della banda, uno descritto come italiano e l’altro con tratti somatici orientali.

Si indaga, però, anche negli ambienti legati al mondo della droga. Secondo gli inquirenti, il 18enne e il 20enne, una volta scesi al capolinea della metropolitana gialla di San Donato Milanese, si sono diretti verso uno stabile abbandonato di via Marignano; lì sarebbero stati accerchiati dal gruppo che avrebbe iniziato a minacciarli per farsi consegnare denaro e cellulari. Poi il tentativo di fuga, la colluttazione e l’aggressione col coltello.

A soccorrete le due vittime sono stati alcuni tassisti e un passante che hanno poi allertato la polizia. Il sospetto è che i due ragazzi non si trovassero lì casualmente. Quella zona al confine tra Rogoredo e San Donato è infatti considerata meta di giovani a caccia di dosi di eroina a buon mercato.

© Riproduzione riservata
Commenti