Cronaca
Commenta

Lombardia Europa 2020 Anche a Cremona il progetto di Anci entra nel vivo

Dopo gli step conoscitivi e formativi iniziali, ha preso il via nei giorni scorsi l’atteso percorso di europrogettazione sui temi ambientali a cui partecipano una ventina di tecnici e amministratori degli enti locali della Provincia di Cremona, tra qui quelli di Comune capoluogo e Provincia. L’iniziativa è inserita nell’ambito del Progetto Lombardia Europa 2020 promosso da Anci Lombardia, Provincia di Brescia in rappresentanza delle provincie e da Regione Lombardia, ed è finanziato con risorse europee.

Il progetto ha come obiettivo la crescita della capacità amministrativa e di fare rete degli amministratori locali nel campo della progettazione e dell’accesso ai programmi e ai fondi europei.

Come in tutti gli altri territori provinciali lombardi, anche a Cremona il progetto, di cui Anci Lombardia è capofila, entra quindi nel vivo affrontando l’importante passaggio dell’europrogettazione a cui seguirà la sottoscrizione di una Convenzione tra gli enti locali partecipanti che darà vita al Seav territoriale (Servizio Europa di Area Vasta).

Il corso, articolato su 13 incontri e tenuto dalla docente selezionata nell’ambito del progetto, Alessandra Risso, funzionaria del Comune di Genova, ha lo scopo di formare un futuro manager in progettazione in campo ambientale e dello sviluppo sostenibile. La tematica ambientale era emersa nel corso degli appuntamenti conoscitivi e formativi, gli Eurolab, che si erano tenuti prima dello scoppio dell’emergenza pandemica, alla luce delle caratteristiche del territorio e dell’economia cremonesi.

I partecipanti potranno conseguire una conoscenza approfondita sui principali programmi di finanziamento europei, sulle metodologie e tecniche di progettazione, sulle strategie di gestione del progetto attraverso esercitazioni e discussione su best practices, con particolare attenzione ai programmi inerente al topic Ambiente e alle sue articolazioni.

Nello specifico alcuni partecipanti hanno ribadito l’importanza dell’iniziativa al fine di intercettar finanziamenti europei propedeutici allo sviluppo territorio. Sull’importanza ed il valore aggiunto del progetto avviato sono intervenuti alcuni amministratori locali e responsabili di Aziende che hanno partecipato alla giornata formativa. “Ritengo l’iniziativa Lombardia Europa 2020 un’occasione utile e funzionale per Aziende, Comuni, Società partecipate al fine di poter conoscere ulteriori strumenti propedeutici allo sviluppo del territorio, accendendo a finanziamenti europei”, ha precisato Alessandro Lanfranchi , A.D. di Padania Acque S.p.A.

Lanfranchi ha quini aggiunto: “La finalità del progetto di Anci Lombardia con Regione Lombardia, con i partners territoriali Provincia e Comune di Cremona, di formare professionalità nel campo dell’ambiente e dello sviluppo sostenibile, è quanto mai attuale e va a colmare quel gap che in diversi settori, su tematiche così complesse e delicate, talvolta si riscontra”.

“Il Comune di Crema partecipa, unitamente ad altri comuni della provincia ed aziende, molto convintamente all’iniziativa, che ci è stata proposta, sul tema dell’europrogettazione e della partecipazione ai fondi UE, stante proprio la centralità di tali aspetti per lo sviluppo di tutto il nostro territorio”, ha precisato l’assessore alla pianificazione territoriale Cinzia Fontana del Comune di Crema.

“Tutto ciò – ha spiegato ancora Fontana – tenendo presente proprio la conformazione del territorio provinciale composto da tante piccole comunità locali, contesto nel quale ben si colloca tale progettualità quale opportunità di conoscenza e formazione”.

“E’ un’occasione molto utile, soprattutto per noi piccoli Comuni che può rappresentare anche un ulteriore momento di sinergia operativa tra Comuni, non solo limitrofi, al fine di poter fare rete, con l’obiettivo di promuovere azioni e progetti in campo ambientale ed anche a supporto dello sviluppo sostenibile, introducendo nuove risorse finanziarie derivanti da bandi utili a raggiungere nuovi traguardi di crescita a beneficio delle nostre comunità locali”, ha evidenziato il sindaco di Pozzaglio ed Uniti Caruccio Biondo.

Il sindaco di Gussola Stefano Belli Franzini ha dichiarato:”Sono fermamente convinto della necessità di queste iniziative come di tutte quelle che arricchiscono la conoscenza e forniscono nuove opportunità di accesso a bandi europei, soprattutto quando parliamo di progettazione ambientale e sviluppo dell’economia circolare”.

“La finalità – ha concluso Belli Franzini – che è sottesa al progetto Lombardia Europa 2020, che investe diversi settori e competenze, va proprio nella direzione delle necessità territoriali proprio nei termini di richieste di formazione per l’accesso ai bandi europei e nel reperire nuove risorse, stante le disponibilità finanziarie negli enti sempre minori”.

© Riproduzione riservata
Commenti