Ultim'ora
Commenta

Disobbedienza civile 'Io Apro',
prefetto: 'Intensificheremo
i controlli, anche con Nas e Gdf'

Intensificazione dei controlli e dei servizi di vigilanza presso i locali: questa la risposta della prefettura di Cremona all’ipotesi di adesione di un gruppo di esercenti cremonesi all’iniziativa #Ioapro1501, l’iniziativa di disobbedienza civile che prevede la riapertura delle attività in barba ai divieti.

La decisione è emersa nel corso del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, riunitosi in mattinata su input del prefetto, Vito Danilo Gagliardi, che già nelle scorse settimane ha più volte ricevuto e ascoltato delegazioni di ristoratori cremones.

Sono dunque previsti servizi di vigilanza mirati, anche con l’ausilio delle Polizie locali, presso i locali che dovessero aderire all’iniziativa.

Durante i controlli, nel caso di accertamento di attività svolte in violazione della normativa, oltre a elevare le sanzioni previste nei confronti di esercenti e avventori, gli operatori sono stati sensibilizzati a chiedere, a supporto, l’intervento, sul posto, delle pattuglie della Guardia di Finanza e dei Nas, per ulteriori verifiche negli ambiti di competenza.

“Si tratta di misure disposte a salvaguardia dei cittadini e degli esercenti che, in questi mesi, a costo di enormi sacrifici hanno rispettato le prescrizioni normative e che isolate condotte non devono mettere a repentaglio” fa sapere la Prefettura.

“Auspicando che, nelle prossime settimane, la tutela offerta dalle vaccinazioni e la conseguente diminuzione dei contagi possa favorire il graduale ritorno alla normalità, occorre avere presente, nell’attuale fase, che la protezione individuale può essere assicurata dall’uso della mascherina e dal rispetto delle regole di distanziamento personale e, in generale, dall’attenta applicazione della normativa vigente”.

© Riproduzione riservata
Commenti