Ultim'ora
Commenta

Usca, in Ats Val Padana
20 unità attive, già
oltre 2.200 gli interventi

Già 1300 interventi sul territorio cremonese, 2223 se si considera tutto il comprensorio dell’Ats Val Padana,che comprende anche il Mantovano, oltre a 1173 tamponi a domicilio, nonché 9.588 tamponi effettuati nel periodo compreso tra il 27 giugno e il 22 novembre nell’attività di screening delle comunità (scuole, aziende, Rsa, ecc.): questi i numeri delle attività delle Usca territoriali, il cui lavoro ha preso il via lo scorso 30 marzo e non si è mai fermato. Dei veri e propri ‘angeli custodi’ a domicilio, che si occupano non solo di ‘scovare’ i pazienti covid ma anche di gestire la loro degenza a casa, supportando il medico di base.

Sono 20 i medici coinvolti, dislocati in 7 postazioni, attive nei giorni feriali per dodici ore (dalle 08 alle 20). In dettaglio, ci sono 4 medici Usca a Cremona, 3 a Crema, 3 a Soresina, 2 a Casalmaggiore/Viadana (presso la sede di Viadana), 4 a Mantova, 2 nell’Alto Mantovano (presso la sede di Castiglione delle Stiviere) e 2 per il Basso Mantovano (con sede a Quistello). Medici per lo più giovani, che mettono in campo un lavoro capillare, in collaborazione con medici e pediatri di base, ma anche con la Guardia medica. Di fronte a quadri clinici particolarmente complessi, infatti, il medico dell’Usca coinvolge il medico curante per l’eventuale attivazione di offerte aggiuntive di cura.

L’azione dell’Usca consiste quindi nel fare visite domiciliari per la valutazione  di pazienti con sintomatologia simil influenzale o sospetta di Covid-19, effettuando anche eventualmente il tampone. Laddove vi siano pazienti Covid da gestire a domicilio, sarà sempre l’Usca a occuparsi della visita e consegna a domicilio dei Kit di telemonitoraggio dell’andamento clinico del paziente. Tra i loro compiti anche interventi nelle Rsa e altre strutture socio-sanitarie i cui ospiti sono a carico dei medici di base, ma anche la partecipazione a screening urgenti tramite tampone presso specifiche comunità del territorio. Infine i medici Usca supportano le Asst negli screening alle scuole e persino a sostegno della campagna antinfluenzale, presso i centri vaccinali del territorio.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti