Cronaca
Commenta

Di nuovo in isolamento una classe dell’asilo nido Braguti Sindaco: 'Siamo costernati'

Nuovo isolamento dovuto al covid per una classe dell’asilo nido Braguti di Crema appena rientrata dalla quarantena a causa di un caso si positività. A spiegare come sono andate le cose è stato il sindaco Stefania Bonaldi sulla sua pagina facebook: “Nelle scorse settimane al Nido di Via Braguti”, scrive il sindaco, “i bambini e il personale della ‘bolla gialla’ erano stati in quarantena, a causa della positività di una prima educatrice. Poi era risultata positiva anche una seconda insegnante della ‘bolla’, circostanza che ci ha visto attivare immediatamente anche canali non tradizionali per reclutare educatori da utilizzare ‘al bisogno’, ritenendo impensabile non riprendere l’attività, in assenza delle educatrici di ruolo, per salvaguardare un servizio essenziale per i piccoli e le famiglie. Lunedì 9 novembre i bambini sono finalmente rientrati, ma martedì ci ha chiamato ATS, che non riusciva a contattare la famiglia di un piccolo della ‘bolla gialla’, per effettuare il secondo tampone, data la positività del primo, effettuato a fine Ottobre. Peccato che il bimbo fosse presente in classe, avendo fatto il tampone nel periodo in cui i piccoli della bolla gialla erano a casa e non avendo ricevuto il Nido alcuna comunicazione di questa circostanza, né dalla famiglia né da ATS. Avvisata ATS di questa grave situazione, rispetto alla quale la struttura del Nido non poteva fare assolutamente di più di quanto ha fatto, date le circostanze, abbiamo immediatamente fatto scattare una nuova procedura di isolamento per i bimbi della bolla e l’assessore Michele Gennuso ed io abbiamo scritto ai genitori. Da un lato ci troviamo di fronte a un comportamento irresponsabile di una famiglia, che abbiamo già denunciato alle competenti autorità, perché sul rispetto delle regole, di queste regole soprattutto, non si transige. Dall’altro siamo veramente costernati e solidali con tutte le altre famiglie, sia per la legittima preoccupazione per i propri bimbi, esposti al pericolo di contagio, sia per la necessità di dover gestire il disagio di un nuovo periodo di assenza forzata dal Nido, così a ridosso del precedente. Con ATS si è peraltro ottenuto che fra oggi e domani venga fatto il tampone a tutti i bimbi e le bimbe della bolla gialla, onde monitorarne immediatamente le condizioni di salute. Per il resto, non solo abbiamo sporto denuncia, ma chiariamo da subito che, laddove tanta superficialità e irresponsabilità si ripetessero, ci vedremo costretti a sospendere il servizio per le famiglie che non rispettano questo patto di corresponsabilità, non c’è proprio giustificazione che tenga!”.

© Riproduzione riservata
Commenti