Ultim'ora
Commenta

Truffatori in città raccolgono
soldi per Giulia. La famiglia:
'Donazioni solo su GoFoundMe'

Alcuni truffatori si aggirano a Crema chiedendo soldi per Giulia Kabello, la bambina di 10 anni residente ai Sabbioni che sta lottando contro una rarissima forma di cancro alle guaine nervose periferiche.

La famiglia della piccola ha attivato una raccolta fondi sulla  piattaforma GoFoundMe, per riuscire a pagare una terapia sperimentale in un centro in Israele. Nel giro di qualche settimana sono stati raccolti già 60.000 euro.

Purtroppo ignoti ne hanno approfittato, muovendosi in città e facendo leva sul buon cuore dei cremaschi, arrivando a raccogliere migliaia di euro da commercianti e privati che, certamente spinti dalla generosità, hanno offerto la loro parte per aiutare la piccola. La madre ha presentato un esposto, disperata, e le forze dell’ordine si sono già mobilitate per rintracciare i truffatori.

Giulia ha già sconfitto un neuroblastoma: è una bambina coraggiosa, con tanta voglia di vivere. Ma non basta, c’è bisogno dell’aiuto di tutti e ogni singolo euro è prezioso per la famiglia.

Ricordiamo che l’unico canale per sostenere le cure per Giulia è attraverso la piattaforma GoFoundMe.

ab

 

© Riproduzione riservata
Commenti