Ultim'ora
Commenta

Il teatro San Domenico
riparte con quattro serate
tra musica e danza

“Si riparte. Insieme, tra amici, per riportare il divertimento in città”. Con queste parole il presidente della Fondazione San Domenico Giuseppe Strada ha presentato gli eventi che riaprono le porte del teatro cittadino. Quattro serate, all’insegna della musica e della danza, preludio di una stagione teatrale per la quale si sta già lavorando.

“In realtà non ci siamo mai fermati. Abbiamo ripreso le attività con qualche piccolo spettacolo nella bellissima cornice dell’Austroungarico, ricevendo un’ottima risposta di pubblico”. Ora, seppur con posti limitati (200 su 440), distanziamento obbligatorio e mascherina, il teatro San Domenico è pronto ad accogliere i cremaschi. “Vogliamo far riscoprire ai cittadini la voglia di divertirsi”.

Si comincia sabato 17 ottobre con Danny Lodi e Vito Coppola che presentano “Due”, un trittico coreografico inedito. “Un ritorno alle origini, senza mettere in scena i soliti nostri grandi show, che richiama gli anni ’80, puntando sulla tecnica essenziale del danzatore”.

Il 24 ottobrel'”Omaggio a Beethoven” di Stefano Donarini, Fausto Polloni ed Enrico Tansini, nel 250esimo anniversario dalla nascita del compositore classico. “Un concerto di cui abbiamo iniziato a parlare 30 anni fa e che ora siamo felici di portare in scena”.

Dalla musica classica il 7 novembre si passa a “Views”, “visioni” di Mario Piacentini, Fabio Crespiatico, Gianluca D’Alessio e Lele Melotti, che percorreranno quattro linguaggi musicali (jazz, elettronica, africana, pop) per approdare a un punto comune.

Si chiude il 20 novembre, sulla via della contaminazione tra pop e lirica con il mezzo soprano Giovanna Caravaggio e la voce di Debora Tundo, accompagnate da Massimiliano Bullo (pianoforte) e Alessandro Lupo Pasini (pianoforte e tastiere).

La prenotazione è obbligatoria. Il costo del biglietto – preferibilimente da acquistare online – è di 10 euro. Tutte le info sul sito www.teatrosandomenico.it
AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti