Commenta

Covid-19, nuovo decreto
in vigore da oggi:
ecco cosa cambia

Con l’entrata in vigore del nuovo decreto del presidente del Consiglio, proprio oggi, sono prorogate fino al 31 luglio le misure per il contenimento del Covid-19. Un documento che parte ribadendo le precauzioni fondamentali: distanziamento sociale, mascherina obbligatoria nei luoghi chiusi, divieto di assembramento. Una postilla in più in Lombardia, dove è caduto l’obbligo di indossarla all’aperto tranne nel caso in cui non si riesca a mantenere la distanza sociale. Regola che però, di fatto, vale in tutta Italia. Per questo il decreto stabilisce un incremento dei controlli nei luoghi della movida.

Rimane invece l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi. Bocca e naso dovranno essere sempre coperti nei negozi, negli uffici pubblici, sui mezzi pubblici, nei cinema, teatri e musei. Per chi viaggia sui mezzi di trasporto pubblico la stessa mascherina potrà essere utilizzata solo per quattro ore, quindi andrà cambiata. Torna il servizio di ristorazione sui treni a lunga e media percorrenza, con modalità che evitino ai passeggeri di doversi alzare per raggiungere il vagone ristorante. Quindi via solo alle consumazioni al proprio posto.

Per quanto riguarda l’apertura delle discoteche al chiuso, è stata invece prorogata al 31 luglio. Nei locali all’aperto è invece consentito l’ingresso, ma ancora non si potrà ballare in pista. Lo stesso vale per sagre, fiere ed eventi pubblici. Le limitazioni riguardano anche le feste private, dove si devono evitare assembramenti.

 

© Riproduzione riservata
Commenti