Commenta

Comitato Verità e giustizia Rsa
aderisce a 'Felicita' e esprime
solidarietà al personale in C.I.

“Massima solidarietà verso il personale oss, osa ed infermieristico delle strutture gestite dalla Fondazione Benefattori Cremaschi, messo in cassa integrazione nei giorni scorsi. Spiace constatare che il personale che tanto si è adoperato “in prima linea”durante l’emergenza Covid, all’interno delle strutture Fbc, venga costretto a tale trattamento”.

A dichiararlo è il comitato Il Comitato Verità e Giustizia Ospiti RSA Crema, che ha recentemente aderito all’Associazione “Felicita” – costola del comitato relativo al Pio Albergo Trivulzio – che riunisce quesi gruppi “in un’unica ‘casa comune’, dove le diverse esperienze, informazioni e testimonianze possono diventare una risorsa unica che rende tutti più forti, sia rispetto alle iniziative legali che per far ascoltare le richieste ai  dirigenti delle strutture”.

L’associazione nasce per far luce su quanto accaduto nelle Rsa, tema ampiamente dibatuttuto, durante l’emergenza sanitaria. In ombardia sono già 30 i comitati che hanno aderito.

Tornando a Crema, il comitato ha aggiunto: “Vogliamo pensare che questo provvedimento nei confronti dei dipendenti non pregiudichi negativamente sui volumi di assistenza nei confronti degli ospiti delle strutture, perché sarebbe grave, far ricadere su di loro, le conseguenze delle misure di contenimento dei costi del personale, alla luce delle difficoltà economiche attuali della Fbc. Speriamo che questa misura, possa durare il meno possibile e che il
CDA FBC, richieda la stessa tempestività che ha avuto nel rispondere ad ATS, ASST e Regione Lombardia, per allestire il reparto “San Gabriele”, per avere risposte solerti dagli stessi enti, riguardo l’attuazione del piano organizzativo per la ripresa dei ricoveri”.

© Riproduzione riservata
Commenti