Commenta

Pusher aggredito e rapinato:
arrestato minorenne,
denunciati complice e vittima

In seguito a mirate indaginigli agenti del commissariato di Crema hanno arrestato un 17enne cremasco su richiesta del gip del Tribunale dei Minori di Brescia. Il ragazzo è accusato di rapina e lesioni personali volontarie.

La vittima è un albanese di 20 anni, residente in città, che ha subito lo scorso maggio un’aggressione posta in essere da due soggetti che dopo averlo afferrato per il collo e bloccato per le braccia, lo colpivano con calci e pugni impossessandosi dello zaino contenete effetti personali e diversi grammi di marijuana.

Portato al pronto soccorso del Maggiore, al ragazzo sono state riscontrate policontusioni guaribili in cinque giorni. Nel frattempo sono scattate le indagini della polizia che hanno permesso di identificare gli autori dell’aggressione: il minorenne sopracitato e un 18enne (denunciato alla Procura di Cremona). La Magistratura Minorile ha disposto che il minore venga collocato presso una Comunità.

Dagli elementi acquisiti si è accertato che il delitto era maturato in un contesto relativo al ‘mondo’ della tossicodipendenza e dello spaccio di stupefacenti. I due aggressori, infatti, avevano fatto credere alla vittima di voler acquistare della droga, appartandosi salvo poi assalirlo rubandogli lo zaino.

Il 20enne albanese è stato denunciato in stato di libertà ai sensi dell’art. 73 del DPR 309/90.

© Riproduzione riservata
Commenti