Commenta

Centri e laboratori:
l’estate a Crema
di bambini e ragazzi

Foto di repertorio

Le proposte per l’estate di bambini e ragazzi a Crema si va componendo per tutte le fasce di età e le opzioni.

Dopo aver presentato i centri estivi, in Co-progettazione con ATS Impronte Sociali, che partiranno lunedì prossimo, 29 giugno (169 iscritti) è stato approvato dalla Giunta anche il bando per l’assegnazione di voucher a rimborso delle spese delle famiglie che durante l’estate 2020 vorranno acquistare servizi conciliativi famiglia-lavoro quali servizi di baby-sitting professionale e/o per la partecipazione a servizi integrativi per l’infanzia, attività estive, laboratori, grest, centri estivi diversi da quelli organizzati direttamente dal Comune.

Un’operazione finanziata dal Comune di Crema con 150 mila euro che andranno distribuiti in voucher di diversi valori a seconda dell’ISEE della famiglia:
in caso di ISEE fino a 15.000 euro il voucher arriverà a massimo 400 euro,
con ISEE da 15 mila a 25.000 voucher massimo di 350 euro, da 25 a 35 mila voucher di 300 euro e con ISEE da 35 mila a 40 mila voucher di 250 euro.

Il voucher verrà riconosciuto a concorrenza della spesa e nei limiti dati, purché venga certificato mediante la presentazione di apposita documentazione. Le famiglie interessate potranno presentare domanda esclusivamente online collegandosi al sito del Comune di Crema dal 6 luglio e fino al 17 luglio.

 

LABORATORI PER ADOLESCENTI

Il tema dell’estate per gli adolescenti è certamente attenzione dell’Amministrazione e dei partner di coprogettazione ATS Impronte sociali con i quali è stato allestito un tavolo di lavoro che ha il compito di mappare le esperienze in città e pensare al tema degli adolescenti mettendo a fuoco analisi dei bisogni e opportunità.

Per l’estate 2020, a partire dal mese di luglio, saranno previste diverse proposte:

–          laboratori su temi legati all’arte, la musica, il teatro, la lettura;

–          attività di volontariato nei centri estivi per chi ha compiuti almeno 16 anni;

–          gruppi di parola e ideazione di proposte.

Nelle prossime settimane, attraverso il servizio Orientagiovani verranno dettagliate le iniziative e i tempi di adesione.

 

0-3 ANNI

Si è lavorato anche per restituire” ai bambini da 0 a 3 anni il diritto alla socialità e al gioco, così compromesso durante la fase più acuta dell’emergenza Covid-19 e ai genitori la possibilità di ritrovare in presenza quell’alleanza educativa nido-famiglia che l’emergenza sanitaria ha bruscamente interrotto. I giardini/cortili delle sedi di via Braguti e di via Dante/Pesadori si apriranno a coppie di bambini e genitori per realizzare esperienze all’aria aperta, sia orientate alla scoperta dell’ambiente che all’utilizzo di materiali e giochi di ispirazione montessoriana, con cui saranno allestiti gli spazi esterni

Tempi: dal 1° luglio al 24 luglio dalle 8.30 alle 12.30. Posti: 25 presso la sede di via Braguti, e 10 presso la sede di via Dante/Pesadori; riservati ai bambini già iscritti ai nidi comunali.

Costi: 200 euro per l’intero periodo di attività.

 

LABORATORI MONTESSORIANI

Anche la scuola dell’Infanzia riapre le porte.

Tempi: dal 29 giugno al 31 luglio 2020. 35 posti a settimana, su turnazione quindicinali per il solo mese di luglio. Saranno rivolti ai bambini già frequentanti la scuola dell’infanzia comunale e in caso di disponibilità di posti, ai figli e/o nipoti dei dipendenti comunali.

Rette: 150 euro dalle 8.30 alle 13.00 (con pranzo e merenda).

Il nostro lavoro per dare un’estate ai bambini e ragazzi della città, aiutando le loro famiglie, è stato difficile, senza sosta, con poco tempo a disposizione e con limiti inediti nella storia”, commenta l’assessore al Welfare, Michele Gennuso. “Per questa ragione credo che il risultato che sta per concretizzarsi sia all’altezza dell’impegno costante di questa Amministrazione sul tema educativo, anche in passato, e alla luce delle premesse straordinarie di questo particolare anno sia davvero motivo di soddisfazione. Le iniziative peraltro si svilupperanno e non è escluso che in relazione all’andamento del servizio e delle iscrizioni ai centri estivi potranno essere proposte nel corso dell’estate rimodulazioni e attività aggiuntive”.

© Riproduzione riservata
Commenti