Commenta

Approvato Bilancio previsione
di Afm e la convenzione con
la farmacia di Castelverde

Approvato in Consiglio comunale il bilancio di previsione dell’Azienda Farmaceutica Municipalizzata del Comune di Crema, con 12 voti a favore e 6 contrari (M5s, Lega, Forza Italia).

Il valore dei ricavi delle vendite previsto per il 2020 è in incremento (+4,4 %), in lieve aumento rispetto al 2019 (5.162.808 euro) e ammonatano a 5.393.169 euro. Medesima analisi tra gli anni presi in considerazione per il rapporto tra risultato operativo e valore vendite (389.753 euro nel previsionale 2020 rispetto agli stimati 312.000 del 2019).
La parte del leone la fanno le farmacie di Crema Nuova e Ombriano. Seguono Pieranica, Casaletto, Gallignano e Costa S. Abramo.
Le materie prime, nel previsionale, incidono per il 73,3% pari a 3.670.000 euro. Il personale, invece, per il 17,6% (882.000 euro). Ci sono – in totale – 25 dipendenti, dei quali 21 a tempo indeterminato, e la media d’età è di 38 anni.

Giudizio complessivamente positivo per la Maggioranza consigliare che vedono in Afm “la garanzia di un servizio di continuità di servizio e sociale. E’ un’eccellenza, anche dal punto di vista socio-sanitario”. Per questo è stata approvata anche la nuova convenzione con la farmacia comunale di Castelverde, che ora è in gestione all’Afm di Crema.

Più critico il M5s, specialmente su quest’ultimo punto in quanto ritiene che “sarebbe più opportuno concentrarsi sulle farmacie del territorio comunale”. Simone Beretta (Forza Italia) si è detto in disaccordo con quanto riferito dalla Maggioranza: “Di sociale le farmacie non hanno proprio nulla, anzi: sarebbe meglio che lo diventassero, così da produrre più reddito”.

ab

 

© Riproduzione riservata
Commenti