Commenta

Efficientamento energetico,
impianti nuovi negli edifici
pubblici: affidato l’appalto

Un milione e 450 mila euro di investimenti in scuole, palestre, edifici: economia per il territorio e risparmio energetico

 

Gli impianti calore degli edifici comunali verranno rinnovati e riqualificati nei prossimi anni, con un risparmio energetico ed ecologico grazie a un innovativo affidamento in project financing. La proposta di combinare la gestione del calore con l’efficientamento energetico – in buona sostanza utilizzando il risparmio ottenuto dal rinnovo degli impianti come incentivo per il gestore a fronte del medesimo canone – è arrivata da un soggetto privato e ha trovato l’interesse dell’Amministrazione che, come previsto nella procedura del Project Financing, ha fatto proprio il progetto e lo ha ammesso a gara europea.

Il vincitore è un Raggruppamento Temporaneo di Imprese, RTI, formata da Simet, società del Gruppo Enercom, e Stea, con un valore complessivo del contratto di 7,36 milioni di euro e un investimento offerto di 1,450 milioni di euro.  La proposta tecnica prevede un risparmio percentuale energetico post-efficientamento e riqualificazione degli impianti del 17,40%. Il canone offerto comprende la quota energia (fornitura di energia termica) per il periodo di 15 anni di durata del contratto.

Dopo la stipula della convenzione, e forti dei sopralluoghi già iniziati per consentire alla società di accelerare la progettazione, in una quarantina di edifici pubblici verranno progettati sostituzione di caldaie, sostituzione di serramenti, coibentazioni, aggiornamenti con componenti di nuova generazione, isolamenti dei sottotetti, sistemi di telecontrollo. Alcune di queste opere saranno già pronte per l’inizio del prossimo inverno.
In totale, si dovrebbe arrivare a più di 90 interventi, in palestre, diversi plessi scolastici, il centro culturale Sant’Agostino, la Colonia Seriana, il centro diurno, nei palazzi sportivi, negli impianti come il campo di rugby e lo stadio.

L’ing. Donato Stanca, amministratore delegato di Simet, la società del Gruppo Enercom e capogruppo del RTI con Stea, che affiancherà il comune in questo progetto di efficientamento energetico, presenta così la partnership: “Occuparsi di servizi di pubblica utilità in un momento come questo ci fa sentire ancora di più la responsabilità di incidere direttamente nei bisogni basilari del cittadino e quindi dell’uomo. Simet ed il Gruppo Enercom sono orgogliosi di affiancare il Comune di Crema in questa importante riqualificazione che permetterà di fruire di spazi pubblici vitali con maggior comfort e sicurezza, garantendo nel contempo un risparmio di gestione

Il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi, sottolinea come anche questi investimenti diano segno di una ripartenza economica per il territorio e anche un’attenzione alla qualità degli edifici e all’ambiente: “Ammodernare e sostituire gli impianti di riscaldamento di scuole, museo, biblioteca ed altri spazi pubblici significa generare immediate ricadute sulla economia e sul lavoro, oltre che far vivere i cittadini in aree confortevoli e sicure, nonché proteggere il patrimonio cittadino dai danni del tempo, preservandolo anche per le generazioni future. In un momento complesso come questo, ripartire è avere cura del bene comune, in modo moderno, alla luce anche di quanto abbiamo appreso in questi mesi difficili”.

© Riproduzione riservata
Commenti