Cronaca
Commenta

Crema ringrazia i cubani: la cerimonia in piazza Duomo con le Autorità

Grande festa di saluto e ringraziamento, oggi, sabato 23 maggio, per il contingente cubano di stanza a Crema per aiutare a combattere il coronavirus. Due mesi celebrato in un grande evento in piazz Duomo, nonostante le ‘restrizioni’ imposte dall’emergenza sanitaria ancora in atto. Era infatti il 24 marzo quando era stato aperto l’ospedale da campo gestito proprio dai cubani. “Grazie – ha esordito l’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera – a questo splendido gruppo di uomini che ci hanno aiutato a combattere un virus che ha aggredito la Lombardia. Sono passati solo due mesi, ma sembra molto di più: non dimenticherò mai il grido di aiuto di questo territorio”.

Dopo Gallera, è stato il sindaco Stefania Bonaldi a prendere la parola: “Siamo certi che ci mancherete, come dei fratelli. Ma non sparirete perché le nostre coscienze ricorderanno il vostro dono”. un emssaggio in linea con quello del prefetto Vito Danilo Gagliardi: “Nella nostra provincia, in un territorio allungato, due grandi popoli sono arrivati ad aiutarci. Un miracolo che si è realizzato nella provincia di Cremona. Grazie di tutto”. Anche il vescovo Daniele Gianotti è intervenuto: “Tutto è stato detto. Mi unisco quindi al grazie espresso in tanti modi. Spero che chi è stato ospitato al centro di spiritualità si sia trovato bene. Per noi è stato un onore, la vostra presenza ha onorato la nostra chiesa”.

L’amabasciatore cubano ha quindi omaggiato i cremaschi: “A coloro che sono in fondo alla piazza, grazie: avete fatto sentire i nostri concittadini come a casa. E un ringraziamento va anche alle istituzioni, che hanno permesso di portare avanti la lotta. I nostri sanitari hanno trovato dei colleghi con cui lavorare gomito a gomito per salvare vite: è stata un esperienza forte. Per noi la patria non è marcata dalla frontiera ma dall’umanità”. “E’ un onore – ha sottolineato Irma Dioli, presidente nazionale dell’associazione Italia Cuba – per noi essere qui con voi: al sindaco va la tessera d’onore”. Il sottosegretario regionale per i rapporti con l’estero Alan Christian Rizzi ha poi aggiunto: “Falcone diceva che le persone vanno giudicate per quello che fanno non per quello che dicono. I cubani sono venuti qui senza fare tanti annunci. Grazie a nome del consiglio regionale della Lombardia”.

Il direttore generale dell’Asst di Crema Germano Pellegata ha invece voluto esprimere un “ringraziamento per questi nostri colleghi”: “Siamo stati particolarmente fortunati perché abbiamo ricevuto personale esperto, formato per questo tipo di emergenze. Spero portino a casa qualcosa di buono. Noi abbiamo imparato da loro le poche procedure, ma seguite scrupolosamente. Hanno gestito ospedale da campo in modo egregio. Grazie da parte del personale”. “Ci hanno aiutato – ha aggiunto Bianca Baruelli, presidente della Fbc – in un momento difficile anche per la Rsa. La Fbc con il Cda, la Regione, l’Ats e il sindaco ci sono stati vicini per ripartire. Con l’aiuto della brigata cubana siamo riusciti a ricoverare pazienti intermedi Covid, anche se i nostri operatori sono provati”.

ab-mt

© Riproduzione riservata
Commenti