Commenta

Punto di riferimento per lo
spaccio di cocaina nel
Cremasco: arrestato 30enne

Lo scorso 14 maggio, i carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Lodi hanno tratto in arresto un trentenne lodigiano, residente a Crespiatica (LO) A.F.I. le sue iniziali, ritenuto un riferimento per gli acquirenti di sostanze stupefacenti del lodigiano e dei paesi del cremasco.

I carabinieri, a seguito delle segnalazioni pervenute da alcuni cittadini del Comune di Crespiatica che avvertivano di strani movimenti di giovani nei pressi dell’abitazione dell’arrestato, ponevano in essere una serie di servizi di osservazione  che portavano nella serata dello scorso  14 maggio al controllo dell’uomo mentre era alla guida della sua autovettura e dopo che presumibilmente fosse andato a rifornirsi di stupefacente. Infatti all’atto del controllo veniva trovato in possesso di oltre 600 grammi di marijuana e dieci grammi di cocaina già suddivisa in 26 involucri pronti per essere spacciati.

Nella successiva perquisizione domiciliare presso l’abitazione di Crespiatica, i carabinieri recuperavano ulteriori 35 grammi di cocaina, anch’essa suddivisa in 70 involucri già confezionati, nonché 100 grammi di marijuana e 20 grammi di hashish.

La presenza di un bilancino di precisione e la somma in contanti di circa 8.000,00 euro non lasciavano dubbi ai militari sulla finalità di spaccio  dell’ingente quantità di stupefacente rinvenuto e sequestrato.

L’uomo pertanto veniva tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale di Lodi, l’Autorità Giudiziaria di Lodi ne  convalidava l’arresto e confermava la reclusione in carcere dello stesso anche in considerazione dei precedenti specifici per reati inerenti lo spaccio di stupefacenti.

© Riproduzione riservata
Commenti