Commenta

Dai Lions del Cremasco un
cardiodefibrillatore al
pronto soccorso di Crema

I Club della 3^ Circoscrizione Zona A del Distretto Lions 108 Ib3, Crema Host, Soncino, Pandino Gera D’Adda Viscontea, Crema Gerundo, Crema Serenissima, Castelleone, Pandino il Castello e Leo Crema, vista la drammaticità del momento che stiamo vivendo per la pandemia da coronavirus, hanno deliberato un service comune: l’acquisto di un cardiodefibrillatore 8300K Nihon Kohden, indicato dal Primario del Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Crema, dott. Viganò , come strumento necessario per essere usato per un soccorso sanitario immediato e per supporto ed osservazione dei pazienti complessi. Per questi è stata modificata un’area del Pronto Soccorso, prima adibita solo all’attesa. Una bellissima iniziativa,  tesa ad evitare snervanti attese nella precarietà ed a favorire un intervento immediato ed efficace in un clima in cui l’emergenza Covid-19 esige tempi di azione molto stretti e competenti. Questo strumento, anche grazie ai MULTI connettori SMART, permette la rilevazione simultanea di ECG, SpO2, CO2, IBP e Temperatura, con un sistema di allarmi che consente un’allerta immediata, se la condizione del paziente cambia, ed aiuta ad assumere decisioni in modo più rapido ed accurato. La donazione di questo strumento, essenziale ‘for intensive treatment and advanced life support’, è stata supportata, oltre che dai fondi dei club menzionati, anche da una quota elargita ad ogni Zona da parte del Distretto 108 Ib3, rappresentato dal Governatore Angelo Chiesa e dal contributo  dell’Associazione Popolare Crema per il Territorio. Un grande ed importante traguardo che rimarrà a testimonianza dello spirito di Servizio che caratterizza Lions e Leo.

© Riproduzione riservata
Commenti