Commenta

L'ex sindaco Claudio Ceravolo
torna in corsia per aiutare
a gestire l'emergenza Covid-19

Un amore per Crema che non è mai finito, nonostante il tempo trascorso in Africa. L’ex sindaco e medico in pensione Claudio Ceravolo è tornato all’ospedale Maggiore da volontario, per aiutare a fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

“Il clima psicologico che si respira  qui a Crema in questi giorni ricorda molto quello che ho vissuto nelle situazioni rischiose nelle zone di guerra: stessa tensione, stessa adrenalina”, racconta il medico a Vanity Fair. 72 anni, ex chirurgo in pensione ma come afferma lui stesso “quando uno è medico, lo è per tutta la vita. Facciamo il nostro dovere”.

Si è fatto avanti per dare una mano alla struttura ospedaliera nella quale ha vissuto tutta la sua carriera, nella città che lo ha visto – due volte – sindaco (dal 1997 al 2007). Ha rimesso il camice e ora accoglie i pazienti sospetti Covid in pronto soccorso, li visita, controlla le Tac e procede al tampone, poi controlla i risultati.

Confessa che la moglie Maddalena è preoccupata: “Le ho risposto ‘hai voluto sposare un medico? Questi sono i rischi'”.

ab

© Riproduzione riservata
Commenti