Commenta

Grana Padano, la Grecia
vuole certificazione 'virus
free' da Fattorie Cremona

Una certificazione che dimostri che il formaggio cremonese è “esente da virus”: questa la bizzarra richiesta che si sono sentiti rivolgere gli agenti in Grecia dell’azienda Fattorie Cremona(ex Plac), che esporta il Grana Padano in moltissimi Paesi. Una documentazione in assenza della quale il Paese è pronto a rimandare indietro le forme di formaggio. Lo riferisce il Sole 24Ore, che ha intervistato il direttore generale Luciano Negri. L’azienda non ha perso tempo e ha quindi firmato la documentazione necessaria, in cui si riferisce che, “l’Efsa, autorità europea per la sicurezza alimentare, a inizio febbraio aveva dichiarato che la trasmissione del coronavirus avviene solo da uomo a uomo e non da merce a uomo, quindi anche il Grana Padano è sicuro”.

La missiva è stata quindi inviata in Grecia come certificazione sulla sicurezza del prodotto. Del resto la Grecia non è l’unico Paese da cui giungono richieste particolari. Da Spagna, Germania e Giappone, riferisce Negri al Corriere, sono giunte richieste di rassicurazioni verbali. Un altro problema sono le consegne, soprattutto verso l’Inghilterra: alle frontiere sono previsti talmente tanti controlli sanitari che la puntualità è diventata una chimera.

© Riproduzione riservata
Commenti