Commenta

Prenotazioni negli alberghi
giù del 95%: il virus colpisce
il turismo cremonese

Il coronavirus stronca anche il turismo cremonese e i primi effetti si fanno sentire. Sono purtroppo coinvolti tutti i settori, dagli alberghi ai tour operator. In particolare le agenzie turistiche e i bed and breakfast, come spiega di Agostino Boschiroli presidente di Confesercenti di Cremona. Disdette tutte le prenotazioni almeno per i prossimi 15 giorni, dunque un crollo che sicuramente non va ad aiutare il turismo cremonese e mette in ginocchio gli operatori, soprattutto le agenzie che sono costrette a rimborsare. Stessa situazione negli alberghi cremonesi. Silvio Lacchini, albergatore, spiega che ha perso il 95% delle prenotazioni, un disastro insomma dopo che tutti gli eventi sono stati cancellati e quindi inevitabilmente le prenotazioni.
In poche ore l’Italia è diventata un Paese non sicuro in cui è meglio non viaggiare e da cui è meglio non accogliere viaggiatori. Secondo gli ultimi dati, fonte Ansa, solo il settore delle gite scolastiche muove un business da 316 milioni, ma è la punta dell’iceberg. La gente sta annullando ogni viaggio e ogni vacanza in tutte le regioni italiane, anche quelle dove non c’è nessun caso. Federturismo intanto ha chiesto lo stato di crisi per il settore.

© Riproduzione riservata
Commenti