Commenta

Ospedale: servizi attivi e
disposizioni per i parenti
dei ricoverati nei reparti

L’Ospedale di Crema sta garantendo tutte le prestazioni in urgenza. Tuttavia stante la nota criticità della situazione sul territorio, al fine di mantenere un adeguato livello di assistenza si chiede la massima collaborazione: evitare accessi al Pronto Soccorso se non per problemi realmenti urgenti. I visitatori dei pazienti ricoverati devono recarsi in ospedale solo in caso di reale necessità e seguendo scrupolosamente le indicazioni del personale di reparto.

Sono GARANTITE tutte le seguenti attività per le sedi di Crema, Rivolta, Castelleone e Soncino:

  • Ricoveri medici e chirurgici urgenti
  • Dialisi –
  • Ambulatorio oncologico per chemioterapie
  • TAO – SerD – CPS
  • Trasfusionale per donatori sangue
  • Visite ed esami prenotate come urgenti
  • Visite, ecografie, monitoraggi a pazienti gravide
  • MAC
  • Centro antidiabetico solo per urgenze
  • Servizio vaccinazioni per vaccinazioni obbligatorie.

Attività LIMITATE: Punto prelievi (tutti): presentarsi solo per esami urgenti.

Sono CHIUSI: – Attività ambulatoriale di tutte le specialità (tranne le prestazioni prenotate come urgenti) – Attività ambulatoriale di libera professione individuale – Visite di prericovero chirurgico per interventi in elezione – Ricoveri medici e ricoveri chirurgici in elezione – Day surgery – Consultorio – Servizio Scelta Revoca – Medicina Legale (Commissione invalidi, certificati – Lezioni e tirocini e corsi di laurea – Corsi di formazione continua, convegni.

Si ricorda inoltre che nel caso insorgano febbre, tosse e/o sintomi influenzali o problemi respiratori, l’indicazione perentoria è di non recarsi in Pronto Soccorso, ma di chiamare il numero 800 894545 per la corretta presa in carico da parte delle Autorità Sanitarie.
Per segnalazioni e quesiti è attivo il numero 1500 ovvero alla mail sorveglianza.saniotaria@ats-valpadana.it.
Si invitano i cittadini a dare credito alle sole fonti ufficiali, in questo caso è bene consultare il sito di Regione Lombardia www.regione.lombardia.it o il sito del Ministero della Salute www.salute.gov.it

© Riproduzione riservata
Commenti