Commenta

Riunione sindaci area cremasca
Bonaldi: 'Per ora no restrizioni
a negozi e attività produttive'

Riunione dei sindaci dell’area cremasca, oggi nel tardo pomeriggio in seguito all’incontro che il sindaco Bonaldi ha avuto in Prefettura a Cremona alle 15,30. “Il direttore generale dell’Ats, dottor Mannino – ha spiegato il sindaco di Crema ai colleghi – ha dato comunicazione del ricovero di un cittadino soresinese a Crema. Era stato ricoverato qualche giorno fa e gli è stato fatto il tampone. Sono scattate le verifiche per i contatti lavorativi, domestici e le frequentazioni. E’ stata disposta la sorveglianza domestica fiduciaria con il personale delll’Ats che effettua le verifiche”

Le autorità sanitarie sono pronte ad aspettarsi altri casi, il che non dovrà allarmare: “ad ora – ha spiegato Bonaldi –  il quadro non è esploso come temevamo 24 ore fa. Speravamo in provvedimenti chiarificatori su pubblici esercizi, mercati, luoghi di culto, somministrazione di cibi e bevande, ma in realtà l’informazione che ci è stata data è che al momento le autorità sanitarie regionali e ministeriali non ritengono di assumere provvedimenti limitativi ulteriori alla zona rossa stabilita nel lodigiano”.

Non sono però escluse, sulla base delle evoluzioni, ulteriori misure, in aggiunta ai provvedimenti già assunti dai sindaci, che sono stati apprezzati e ritenuti validi. Non ci sono state invece disposizioni precise sui riti in chiesa, nonostante le richieste di delucidazioni da parte della stessa Bonaldi e del sindaco di Cremona Galimberti.
Per quanto riguarda le scuole, Crema ha deciso di tenerle chiuse fino a martedì, nidi compresi, mentre Cremona nell’ordinanza le ha chiuse fino a data da definirsi. “Credo che lunedì dovremo assumere anche noi una decisione omogenea. L’impressione è che, a meno la situazione non precipiti, difficilmente arriveranno disposizioni dall’alto. Saremo ancora noi sindaci a dover decidere”, ha concluso Bonaldi.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti