Commenta

Coronavirus: nessun caso
accertato nel Cremasco
L'attenzione resta alta

Nessun caso confermato nel territorio della provincia di Cremona. Ad assicurarlo il sindaco Stefania Bonaldi, al termine del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica in Prefettura (qui il comunicato ufficiale). “Va da sé che la prossimità con i territori lodigiani impone misure di attenzione e cautela”.

Sono stati messi in sorveglianza sanitaria passiva i soggetti che sono entrati in stretto contatto con la persona risultata positiva al Virus a Codogno ed analoghe misure si stanno adottando in queste ore rispetto agli altri casi lodigiani risultati positivi. Al momento sulla scorta delle indicazioni pervenute da Regione Lombardia e da Ats Valpadana non si ravvisa la necessità di adottare ordinanze restrittive per eventi e manifestazioni al chiuso o all’aperto, pubbliche o private, sul nostro territorio.

“Come da disposizioni regionali i residenti nei comuni lodigiani “isolati” dalla Autorità sanitaria regionale dovranno rimanere nei propri territori. In tal senso anche il sistema scolastico sta adottando le idonee misure di precauzione coordinabdosi coi dirigenti scolastici, peraltro facilitato anche dalle vacanze di Carnevale imminenti” .

Il comitato si incontrerà nuovamente domani alle 12, mentre i sindaci del Cremasco si riuniranno alle 10, come già comunicato dal presidente dell’area Omogenea Casorati “al fine di coordinare azioni e misure in modo omogeneo sul nostro Territorio”.

Per informazioni o segnalazioni è operativo il numero verde ministeriale 1500 o e’ possibile mandare una mail a sorveglianza.sanitaria@ats-valpadana.it mentre laddove si riscontrassero sintomi occorre chiamare il 112 per avere indicazioni logistiche e NON recarsi al Pronto Soccorso.

Raccomandiamo prudenza, serietà ma buon senso e soprattutto di non diffondere notizie o informazioni che non provengano da fonti ufficiali.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti