Commenta

Ambiente, macchina comunale,
investimenti e scuole: iniziata
la discussione sul Bilancio

Si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 29 gennaio la discussione sul Bilancio 2020. Prima della presentazione degli emendamenti (17, in totale), i consiglieri hanno fatto un punto generale della situazione, basandosi sulla relazione dei vari assessorati.

Fil rouge tra le Minoranze il tema dell’Ambiente – ribadito più volte sia da Draghetti (M5s) e Coti Zelati (La Sinistra). La Lega (Agazzi) ha aggiunto la già ampiamente dibattuta questione della gestione della piscina comunale, che ha visto “un passo indietro da parte dell’Amministrazione”.

Le critiche – condivise dall’Opposizione – riguardano lo “scarso lavoro per l’abbattimento delle barriere architettoniche”, “l’insufficiente stanziamento di fondi per l’edilizia scolastica” e la riqualificazione del distributore di Porta Serio: “una partita che è necessario chiudere, alla svelta”, ha dichiarato Beretta che ha lanciato due proposta: la fusione tra la Fondazione Benefattori Cremaschi e Finalpia e un regolamento degli appalti al fine di “fissare cifre e regole che tengano lontani dal tentativo di introdurre in casa nostra eventuali infiltrazioni mafiose”.

Laura Zanibelli (FI) ha sviscerato un macro-problema: “Mancano gli investimenti. Le ultime Finanziare hanno dato possibilità ai Comuni di accedere agli utili e sbloccare l’avanzo di amministrazione. La giunta deve giustificare in che modo usa i fondi,i  soldi dei cittadini, e come pianifica i progetti. Spesso ci è stato risposto che non era possibile accendere mutui. Ora è possibile. Si parla di milioni e non sappiamo per quanto ci sarà data questa possibilità e vogliamo che l’Amministrazione operi con lungimiranza.  Amministrare bene nella città significa investire nella città, creare lavoro e opportunità per le famiglie. Questo è sviluppare il territorio”.

La “replica” è arrivata, per la Maggioranza, dai consiglieri Stella (Crema città della Bellezza), Vailati e Bassi (Pd), che hanno ricordato le “buone azioni” messe in campo dalla Giunta Bonaldi2. In particolare Vailati ha chiesto di “leggere il bilancio con lungimiranza, inserito dunque in un orizzonte strategico e politico”.

Ha chiuso il primo dibattito il capogruppo forzista Antonio Agazzi, rivolgendosi direttamente al sindaco per quanto concerne “l’inadeguatezza della macchina comunale nello svolgere le proprie normali funzioni. Lei si è fatta vanto di comprimere organico  (-40 operatori dal 2012) – anche per l’evoluzione della normativa –, oggi però lei scrive nel Dup che vi è la necessità indifferibile di procedere a un importante piano di assunzioni”.

Da qui si è aperta la discussione sui singoli 17 emendamenti presentati dalle Minoranze.

AmBel

 

© Riproduzione riservata
Commenti