Commenta

Vigilanza urbana, Beretta (FI)
'Incasso multe non basta. Città
virtuosa, perché nuovi agenti?'

“Il recupero delle sanzioni, nei 3 anni presi ad esame, copre di poco il costo del personale”. Dati alla mano, il consigliere di Forza Italia Simone Beretta evidenzia costi e ricavi della vigilanza urbana. L’esponente di minoranza ha analizzato le cifre delle multe relative al triennio 2017/2019:

Come si evince dai numeri, il calo tra il 2017 e il 2019 è circa del 40%.  “Gli incassi delle sanzioni sono quelli che tengono viva la parte corrente di bilancio. Se vengono a mancare è un problema. Ed è proprio perché ci apprestiamo ad approvare il bilancio presentato a dicembre che ho deciso di controllare i dati”.

L’investimento per la vigilanza urbana è stato, nel 2017 di 959.500 euro per passare a 889.000 (2018) e 868.000 (2019). Il consigliere fa notare come “le cifre incassate, negli ultimi due anni, non coprono il costo. Evidentemente si fanno meno multe. Ma se in città sono tutti virtuosi – prosegue Beretta – a cosa serve incrementare l’organico dei vigili urbani?”. Il riferimento è al concorso che verrà effettuato nei prossimi mesi, teso all’assunzione (tra il 2020 e il 2021) di 4 vigili e 3 ufficiali.

“Attendo la risposta del sindaco in Consiglio, dopo che avrò depositato la mia interpellanza, nella quale però porterò i dati a partire dal 2014”, ha concluso Beretta che depositerà l’interrogazione all’inizio della prossima settimana.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti