Commenta

Rinnovo a Trenord, Piloni:
'Da Regione Lombardia scarsa
capacità di programmazione'

“Dopo due anni di disservizi e disagi di ogni sorta la Regione Lombardia non ha ancora preso alcuna decisione e risponde con un atto formale? Siamo messi bene, evidentemente non sa proprio che pesci pigliare!”: questa la reazione del consigliere regionale del Pd, Matteo Piloni, dopo la risposta dell’assessore ai Trasporti Claudia Terzi all’interrogazione presentata questa mattina dal gruppo del Pd durante il question time del consiglio regionale, nella quale si chiedevano le motivazioni che hanno indotto la giunta regionale lombarda a intraprendere il percorso per il rinnovo dell’affidamento diretto a Trenord del contratto relativo al servizio ferroviario regionale per il decennio 2021/2030.

“L’assessore Terzi si è semplicemente appellata a un obbligo formale, in quanto si tratta di una pre-informativa senza indizione di gara per non chiudere le porte a Trenord – spiega Piloni – ma stiamo parlando di un servizio fondamentale e con queste modalità la regione non fa altro che confermare la sua scarsa capacità di programmazione”.
“Un affidamento diretto e con i paraocchi rischia di tarpare le ali – conclude il consigliere dem – per una soluzione davvero innovativa è necessaria una riflessione adeguata e un confronto vero che ci auguriamo inizi al più presto”.

© Riproduzione riservata
Commenti