Commenta

La solidarietà di Sinistra
Italiana all'Arci di Ombriano
dopo i vandalismi

Sinistra Italiana esprime solidarietà all’Arci di Ombriano, che nella notte di sabato ha subito un attacco vandalistico da parte di ignoti che hanno imbrattato l’ingresso e la bacheca con svastiche e insulti.

 

Durante la notte tra il 7 e l’8 dicembre, un altro attacco fascista si è verificato, stavolta l’obiettivo è stato Arci Ombriano, un luogo che negli ultimi tempi si è affermato come centro di incontro tra realtà sociali, associative e solidali della nostra Città. Questa azione non può essere derubricata a semplice “vandalismo” come non si può
minimizzare come “fatto isolato”. Negli ultimi mesi sono crescenti le azioni di gruppi neofascisti e neonazisti, in tutta la penisola e Crema non è eccezione. Ricordiamo i vili attacchi (sempre notturni) alle sedi della Camera del Lavoro, della Caritas, di Rifondazione Comunista, o in luoghi pubblici, come in occasione della presentazione del libro di Berizzi. Abbiamo già denunciato le parate fasciste di Forza Nuova in piazza, CasaPound e altri gruppi di ispirazione neonazista al cimitero. Lo abbiamo fatto e continueremo a farlo, come continueremo a chiedere, con forza la chiusura di tutti i gruppi di ispirazione fascista e nazista, non per prese di posizione ideologiche, ma per il rispetto delle leggi e per la loro natura eversiva e violenta, come, ancora una volta, dimostrano nei fatti. Sinistra Italiana esprime la propria vicinanza e solidarietà al Circolo, vittima di questo vera e propria aggressione a scopo  intimidatorio e ribadisce che Crema è antifascista, come antifascisti sono il nostro Stato e la nostra Costituzione

© Riproduzione riservata
Commenti