Commenta

Comuni ricicloni, Cremona
tra le province più virtuose
con 43 comuni rifiuti free

Cremona è tra le province lombarde più virtuose nella differenziazione dei rifiuti, con ben 43 comuni considerati rifiuti free, ossia che hanno un residuo secco indifferenziato inferiore ai 75 kg per abitante. A dirlo è la XXVI edizione del dossier ‘Comuni Ricicloni – edizioni regionali’ redatto da Legambiente in base ai dati messi a disposizione dal sistema Orso di Arpa Lombardia. Il Comune del Cremonese più virtuoso in questo senso è Martignana di Po, dove il rifiuto secco indifferenziato è solo di 38,9 chili annui per abitante, con 90,5% di raccolta differenziata. Segue Ripalta Arpina, con 43,4 (e 91,1% di differenziata) e Credera Rubbiano con 48,3 (differenziata a 89,9%).

Secondo il report, si moltiplicano, infatti, le esperienze virtuose e cresce la raccolta differenziata. Nonostante questo, ancora molto rimane da fare per la riduzione dei rifiuti in tutta la Lombardia. Sono 308 su 1507 i Comuni Rifiuti Free che hanno raggiunto il traguardo dei 75 kg/abitante anno di residuo secco indifferenziato e che entrano nella classifica di Comuni Ricicloni 2019. Questi, rappresentano il 20,3% dei comuni lombardi e vedono coinvolti 1 milione e 660 mila abitanti cioè il 16,5% della popolazione regionale che concorre altresì al raggiungimento del 70,8% di raccolta differenziata.

In vetta alla classifica Rifiuti Free si collocano le province di Bergamo con 59 e Mantova con 57 comuni, seguite da Cremona con 43 e Brescia con 41. In Città Metropolitana di Milano sono 40, a Varese 38 e 18 in Monza Brianza. Chiudono la classifica la provincia di Como con 6 comuni, Lodi con 4, Pavia e Sondriocon solo un comune.Emblematico il caso della provincia di Lecco che nonostante il 70,8% di raccolta differenziata, non ha alcun comune presente in classifica.

“La Lombardia rappresenta una regione virtuosa nell’ambito della gestione della raccolta differenziata. Ora però deve agire con azioni concrete di prevenzione della produzione di rifiuti, presupposto essenziale per alimentare un circuito virtuosoe mettere in campo impianti innovativi di economia circolare” dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia. “Pur essendo tra le regioni più significative nella gestione della risorsa rifiuto, vi sono ancora territori che superano di il 50% di raccolta differenziata o province in cui non vi è nemmeno un comune che rientra nella nostra classifica che monitora proprio la propensione alla riduzione della produzione di rifiuti pro-capite”.

© Riproduzione riservata
Commenti