Commenta

10 anni dalla scomparsa di
Carla Burri: a Crema una
conferenza per ricordarla

Il Museo civico di Crema organizza giovedì 14 novembre alle ore 17,30 presso la Sala Cremonesi una conferenza in ricordo della studiosa Carla Maria Burri che ha destinato al proprio al Museo la sua collezione di antichità egizie ora esposte nella sezione museale a lei dedicata. La conferenza “L’Egitto nel cuore…l’Italia nella mente” vuole essere un momento per ricordare Carla Maria Burri attraverso testimonianze e ricordi di amici, studiosi ed ex alunni a dieci anni dalla scoparsa.

La conferenza, organizzata in collaborazione con l’Associazione culturale Carla Maria Burri e l’Associazione Popolare Crema per il Territorio sarà introdotta e coordinata dal Dr. Christin Orsenigo curatore scientifico della sezione egizia del Museo e vedrà la partecipazione degli ex alunni della V Liceo Scientifico Leonardo da Vinci a.s. 1983-84.

Tra loro l’ex direttore della scuola di liuteria di Cremona Francesco Torrisi che a metà degli anni Novanta si recò al Cairo per presentare gli strumenti realizzati nel nostro territorio, grazie proprio allo stimolo della Burri, “che fu non solo una studiosa – sottolinea la presidente dell’associazione a lei intitolata, Daniela Gallo Carrabba – ma anche una bravissima animatrice culturale. E da questo punto di vista favorì molto i rapporti tra Egitto e Italia”.

Oltre a Torrisi saranno presenti Marilisa Leone, Edoardo Edallo – che parlerà della fondazione del museo e dello scambio epistolare con Carla Burri al riguardo – e Maria Dragoni. Daranno invece un taglio più ‘personale’ sulla vita di Carla Burri la nuova Diana Colombo (ex docente dell’Università di Siena) e la compagna di scuola Carla Campari Lucchi. Infine, Giovanni Bergami, che fu il factotum della Burri quando tornò in Italia, racconterà la preparazione dei pezzi della collezione oggi esposti al Museo.

© Riproduzione riservata
Commenti