Commenta

Interscambi con la Russia:
nel territorio cremonese
crescono del 44%

Crescono del 44% gli scambi tra Cremona e la Russia: questo il dato elaborato dalla Camera di commercio di Milano Monza Brianza Lodi. A crescere è soprattutto l’import, che tra il 2018 e il 2019 registra un +90%, con un giro d’affari che passa da 6.273.193 a 11.921.685 milioni. In crescita anche l’export, del 32,9%: da 24.575.844 a 32.652.206 milioni.

Un trend che riguarda buona parte della Lombardia: in Regione si raggiungono i 2,2 miliardi di interscambio nei primi sei mesi del 2019, +8%, grazie soprattutto alle importazioni (+20,8%) e rappresenta un quinto del totale italiano di circa 11 miliardi, +4%, +6% per l’import e +0,4% per l’export.

Milano è protagonista nelle relazioni economiche tra Italia e Russia. Nei primi sei mesi dell’anno l’interscambio ha già raggiunto 932 milioni di euro circa, +18%. Crescono in particolare i rapporti con Milano l’import che è di 430 milioni, + 42%, l’export che supera già il mezzo miliardo di euro, +3,1%. L’import – export nell’anno 2018 con la Russia vale 1.7 miliardi per Milano, 4.3 miliardi per la Lombardia e 21.4 miliardi per l’Italia.

Si importa soprattutto gas, un settore in forte crescita e si esportano prodotti manifatturieri. Al primo posto Milano con 1,7 miliardi di scambi nel 2018, seguita da Siracusa con 1,4 miliardi, Pavia con 1,1 miliardi, Roma con 1 miliardo, Messina con 589 milioni. Tra le prime anche Ancona, Verona, Bologna, Vicenza, Cagliari, Brescia, Treviso, Udine, Reggio Emilia, Venezia, Varese.

© Riproduzione riservata
Commenti