Commenta

Casearia Pandino.
Dopo la visita dell’assessore
una domenica di impegni

Una domenica ricca di impegni per la Scuola Casearia di Pandino, presente a due importanti eventi a Bergamo e nella stessa Pandino, rispettivamente al World Cheese Awards e alla tradizionale Sagra d’Autunno.
La manifestazione bergamasca, per la prima volta in Italia, rappresenta il più grande concorso internazionale dedicato ai migliori formaggi del mondo: 3.800 formaggi provenienti da 41 diversi Paesi e più di 2.500 aziende produttrici L’evento è stato inserito nell’ambito della quarta edizione di Forme, manifestazione dedicata all’arte casearia d’eccellenza, patrocinata dal ministero delle Politiche agricole e organizzata dall’associazione Promozione del Territorio, in collaborazione con la Regione Lombardia, il comune di Bergamo, la Camera di Commercio e le più importanti associazioni di categoria.
L’eccellenza pandinese. “In mattinata a Bergamo, abbiamo fatto il gelato e presentato l’offerta formativa della scuola”, dice Andrea Alquati da quasi 25 anni direttore della Scuola Casearia di Pandino, eccellenza non solo lombarda nella formazione di professionalità del settore lattiero caseario. Ospiti dello stand della regione, la presenza della Casearia è stata richiesta, in quanto eccellenza della formazione lombarda, perché come recitava lo slogan adottato dalla stessa regione, l’arte di fare il formaggio si impara in Lombardia. “Per difficoltà logistica e tecnica abbiamo optato per la dimostrazione della produzione del nostro gelato al fior di latte e caramello – dice Alquati – perché nel nostro gelato c’è il latte, ma ovviamente abbiamo presentato anche la nostra offerta di formaggi, che produciamo all’interno del  caseificio didattico di Pandino. Stiamo cercando di ampliare l’offerta formativa destinata ai ragazzi che vogliono frequentare la nostra scuola, ed è per questo che è già aperto il laboratorio del gelato ed a breve quello per le conserve e marmellate”.
Lo stand in Castello. Una domenica intensa quella della Casearia, perché accanto all’importante evento bergamasco, la scuola è presente nella consueta Fiera d’Autunno, in corso di svolgimento nella cornice del Castello Visconteo di Pandino.“Qui per il nostro stand è sempre un successo di pubblico e di interesse, siamo presenti con il nostro banco frigo che offre ai visitatori una vasta possibilità di scelta nell’acquisto dei nostri formaggi, dai molli agli stagionati, yogurt e ricotta”, racconta Davide De Carli, vice direttore della scuola e docente tecnico pratico di laboratorio tecnologico.
La Fiera di Cremona. Dopo la visita dell’assessore regionale all’agricoltura Fabio Rolfi dei giorni scorsi, proseguono le iniziative che vedono la Casearia, sede associata dell’ Istituto Agrario “Stanga” di Cremona, impegnata sul territorio. La Scuola sarà presente in diversi appuntamenti inseriti nel cartellone della 74esima edizione della Fiera Internazionale del Bovino da latte che si svolgerà a Cremona a partire da mercoledì: “Saremo a Cremona, come istituzione adibita alla formazione di eccellenza in una serie di convegni, il primo, che si terrà mercoledì, promosso da CremonaFiere e successivamente in altri due eventi formativi organizzati in collaborazione con AssoCaseariaAssociazione delle casare dei casari di Azienda agricolaAgenForm – Agenzia dei servizi formativi della provincia di Cuneo e Istituto lattiero caseario e delle tecnologie agroalimentari di Moretta.
“Ringrazio a nome della scuola – conclude il direttore Alquati – gli studenti e tutto il personale della Casearia di Pandino che rendono possibili le nostre partecipazioni a questi eventi”. Da parte del direttore, parole di ringraziamento anche per le amministrazioni che hanno sostenuto i due eventi, la regione Lombardia ed il comune di Pandino.
Ilario Grazioso

© Riproduzione riservata
Commenti