Commenta

Visita del Governatore
Mantovani al Rotary Crema
che festeggia i 70 anni

Dobbiamo voler bene al Rotary: il tempo è un dono assoluto, dobbiamo impiegarlo al meglio nella realizzazione di progetti a favore delle Comunità locali, nazionali e internazionali per “connetterci” con le persone. Al riguardo il “Crema” ha storicamente operato con grande impegno

Così il governatore del Distretto 2050, Maurizio Mantovani, in visita al Rotary Club Crema. Nel cenno di saluto, la presidentessa, Simona Lacchinelli, ha ricordato che quest’anno cade il 70mo di fondazione del nostro Club: era il 24 marzo 1950 quando venti amici, sotto la presidenza di Paolo Stramezzi, diedero vita al sodalizio. Per celebrare la ricorrenza, sarà a breve presentata una iniziativa ad hoc.

Abbiamo un passato che ci rende orgogliosi, ma che al contempo ci trasmette una grande responsabilità. I valori rotariani sono rimasti immutati, ma intorno a noi molto è drasticamente cambiato: la società, il mondo del lavoro, la famiglia, la disponibilità al servizio, le professioni, il tempo a disposizione, i ritmi della vita. Anche il Rotary deve cambiare, lasciandosi alle spalle certe abitudini e consuetudini ormai anacronistiche tipiche di un Club autoreferenziale, impermeabile ai mutamenti. Dobbiamo sempre più fare i fatti, solo così saremo visibili, credibili, capaci di aggregare nuove forze”.

Il Governatore ha espresso apprezzamento per i service gia avviati: dal progetto pilota “Heart Attack” che ha permesso di dotare il liceo “Racchetti-Da Vinci” di tre defibrillatori, (scuola cardioprotetta) formando studenti e insegnanti all’uso e alla prevenzione, che ha ricevuto una lettera di apprezzamento da parte del ministro dell’Istruzione; all’iniziativa contro la Polio il 24/25/26 ottobre in piazza Duomo; al progetto di prossima presentazione “recAPIto – la passeggiata delle api e delle farfalle” sino al grande progetto a favore della città in occasione del 70mo di fondazione.

Al tavolo della presidenza anche Federico Dossena, presidente del Rotaract “Terre Cremasche” e l’assistente, Michele Belmonte.

© Riproduzione riservata
Commenti