Un commento

'L'albero, prezioso amico del
clima': il tema del concorso
della Festa dell'Albero 2020

“L’albero, prezioso amico del clima”. E’ questo il tema del concorso legato alla 22esima edizione della Festa dell’Albero, che si svolgerà il 20 marzo 2020. La XXII edizione vuole proporre a tutte le scuole ed i privati cittadini una riflessione sul ruolo degli alberi per salvaguardare il Pianeta in cui viviamo. Negli ultimi anni i cambiamenti climatici stanno influenzando la nostra vita, modificando il nostro territorio l’agricoltura e le nostre abitudini.

Nel racconto “L’uomo che piantava gli alberi” di J. Giono un umile pastore pianta ogni giorno cento ghiande, dopo averle raccolte e selezionate con pazienza e cura, creando, con il trascorrere del tempo, una grande foresta di querce. Con costanza, pazienza, tenacia e passione uomo e natura possono creare insieme qualcosa che possiede un valore inestimabile, migliorando il territorio in cui viviamo, per noi e per le generazioni future.

“In questi 22 anni di Festa dell’Albero il nostro Istituto ha distribuito circa 60.000 piantine: crediamo di aver dato un importante contributo per il nostro territorio e vogliamo continuare a sostenere e a diffondere il rispetto e la conoscenza dei nostri amici Alberi. Siamo sicuri che anche quest’anno le Istituzioni scolastiche del Cremasco parteciperanno con entusiasmo ed impegno alla Festa dell’Albero, realizzando lavori originali che testimoniano il loro impegno ed il loro rispetto verso la natura”, ha detto l’ideatore della festa Basilio Monaci.

REGOLAMENTO DEL CONCORSO: I lavori potranno essere di classe, di gruppo, di singoli studenti e di singoli cittadini. Possono partecipare tutti gli studenti e/o le classi di ogni ordine scolastico ed i singoli cittadini.

Coloro che aderiscono al concorso dovranno presentare:

  • uno o più cartelloni in formato 100×70 cm con disegni, fotografie ed illustrazioni che rappresentino il tema svolto;
  • La ricerca svolta su DVD o chiavetta USB o cartaceo (scuola primaria e secondaria di I grado, secondaria di II grado);

Tutti i lavori presentati dovranno riportare la denominazione della scuola e del comune, la foto della classe e l’elenco dei partecipanti e dovranno essere consegnati entro il 21 Febbraio 2020 presso la sede dell’istituto Agrario Stanga. Una commissione interna dell’Istituto li esaminerà e sceglierà i migliori, che  verranno premiati con un assegno di 150 Euro. Nel caso i vincitori fossero classi o studenti, il premio dovrà essere utilizzato per il proprio Istituto scolastico.  I lavori saranno esposti in Piazza Duomo a Crema il giorno della Festa.

“L’educazione al rispetto dell’Ambiente è uno dei cardini della nostra scuola”, ha dichiarato il direttore dello Stanga, Riboli. Una filosofia che l’assessore alla partita Gramignoli ha spiegato essere “cara all’Amministrazione.

“Il tema ambientale ci vede in prima linea – ha aggiunto il vice brigadiere dei carabinieri forestali Sara Santoponte – siamo felici, anche quest’anno, di partecipare alla Festa”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Pierangelo Lodetti

    A parole l’amministrazione comunale di Crema si presenta con le vesti ambientaliste più sgargianti. Nei fatti è tutto un comportamento all’esatto contrario, nessun investimento mirato, solo abbattimenti lasciati gestire incontrollatamente all’U.T.C. senza alcun controllo e/o direttiva politica…. uno SCEMPIO