Commenta

Passerella lungo il Serio:
abbandonati i 'rifiuti
del sabato sera'

Il capogruppo Agazzi: 'Occorre educare al senso civico'

La sera leoni, la mattina… rifiuti. Hanno abbandonato bottiglie vuote di alcolici e bibite, bicchieri di plastica, cartacce e mozziconi di sigaretta nella zona della passerella ciclopedonale, probabilmente dei giovani che hanno trascorso il sabato sera a fare baldoria, complici anche le serate non ancora fredde, nelle quali si riesce a restare all’aperto.

Uno spettacolo che domenica mattina si è palesato agli occhi di chi il parco lo utilizza per l’attività fisica o trascorrere momenti all’aperto con la famiglia. L’assessore all’Ambiente Matteo Gramignoli ha specificato che “la pulizia è stata effettuata, come da programma, nella mattinata di domenica”. Come sempre, come ogni domenica. Perché questi comportamenti incivili sono reiterati e, come ha fatto notare il capogruppo di Forza Italia in Consiglio, Antonio Agazzi, “hanno costi che ricadono sulla comunità”.

Il problema, secondo il forzista, sarebbe da risolvere alla radice: “Sono accadimenti figli di un deficit di senso civico che pare essere troppo diffuso. Il mancato rispetto degli spazi comuni va fronteggiato con l’educazione, in ogni contesto frequentato dai ragazzi (scuola, parrocchie, famiglia). Dal versante di un amministratore pubblico – prosegue – è necessario attrezzarsi con strumenti in grado di identificare e perseguire coloro i quali mancano di rispetto verso l’ambiente e il bene comune”.

La soluzione potrebbe essere l’installazione di telecamere di sorveglianza, implementando – o orientando diversamente – quelle presenti alla palestra all’aperto. Pare essere invece scartata l’idea delle fototrappole, lungo la passerella così come nella zona del parco nel quartiere di San Bernardino, tanto efficaci ai fini dell’identificazione tramite targa dei veicoli, “Ma questi ragazzi passano a piedi, e dai soli visi sarebbe quasi impossibile risalire all’identità. Vedremo come muoverci”, ha concluso Gramignoli.

AmBel

© Riproduzione riservata
Commenti