Commenta

Nuovi percorsi Autoguidovie
per Milano, i pendolari
cremaschi non ci stanno

Non piacciono ai pendolari cremaschi le innovazioni portate sulla corsa K521 di Autoguidovie tra Milano e Crema, in vigore dal 12 settembre. In una petizione inviata alla società di trasporto e per conoscenza ai consiglieri regionali, viene chiesto il ripristino del percorso autostradale, cancellato a favore di quello sulla Paullese. “Non riteniamo – scrivono tra l’altro i portavoce dei viaggiatori –  ci siano state significative variazioni di traffico sulla tratta Crema – Milano per giustificare una variazione al percorso consolidato ormai da anni, anzi, con i prossimi e previsti lavori sulla Paullese è assolutamente certo che queste condizioni muteranno in peggio …”.
Inoltre, segnalano i pendolari, la fermata FS/M3, va a sovrapporsi ad un’area già coperta da servizio pubblico e quindi risulterebbe superflua. Non piace la cancellazione di alcune corse, ad esempio quella delle 17 con giro Eni al venerdì, “un’ulteriore modifica che ci lascia basiti”. Viene quindi chiesto il ripristino del percorso autostradale nella fascia oraria tra le 6.40 e le 7.50; il ripristino delle corse transitanti in san Donato – giro Eni, confermando quella delle 13,10; conferma della fermata a Rogoredo Fs – M3 per le partenze – arrivi.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti