Commenta

Comuni, Ats e Linea Gestioni
per smaltimento amianto
dopo il maltempo

Una ventina di sindaci si sono riuniti ieri mattina presso la sede dell’Ats di Crema per discutere il problema dello smaltimento dell’amianto che potrebbe essersi staccato da tetti e coperture a causa dei fenomeni meteorologici delle scorse settimane.

Oltre ai primi cittadini erano presenti la dottoressa Firmi per l’Ats, la presidente di LineaGestioni Cristina Carminati con il geometra dell’ufficio tecnico aziendale Pavesi e Riccardo Crotti della Libera Associazione Agricoltori.

Dopo una approfondita analisi delle problematiche legate alla necessità dello smaltimento dei frammenti di amianto si è deciso di fornire a tutti i comuni interessati le seguenti indicazioni operative:

  1. I comuni invitano con la massima urgenza i propri cittadini a dare comunicazione della presenza di frammenti di amianto sulle loro proprietà (indicando: nome e cognome, ubicazione del materiale e possibilmente una stima quantitativa);
  2. I comuni trasmettono a Linea Gestioni tecnici@linea-gestioni.it e richieste ricevute dai vari cittadini;
  3. Linea Gestioni si attiva immediatamente con ditte autorizzate ad eseguire con urgenza un intervento di messa in sicurezza dei frammenti di eternit e procede successivamente al carico ed al trasporto a discarica autorizzata;
  4. L’azienda provvederà contemporaneamente a comunicare ad ATS la necessità di questi interventi con la procedura di emergenza.

“Si è convenuto di scegliere questa metodologia di lavoro, limitandola temporaneamente alla messa in sicurezza, raccolta e smaltimento del materiale frantumato in quanto si presenta come emergenza a carattere sanitario e ambientale”, ha commentato il presidente dell’Area Omogenea Aldo Casorati.

Successivamente, in accordo con Linea Gestioni si procederà ad un approfondimento seguito da un’indicazione operativa  riguardante il censimento e le possibili attività conseguenti, per un eventuale rimozione e smaltimento delle coperture di abitazioni civili, capannoni industriali, stalle e strutture agricole.

© Riproduzione riservata
Commenti