Commenta

La Cna incontra il Prefetto
Impegno comune su lotta
ad abusivismo e infrastrutture

Prosegue l’opera sul territorio degli autotrasportatori della CNA che, dopo aver scritto al Ministro delle Infrastrutture Toninelli ed aver ricevuto da lui importanti promesse e rassicurazioni per la Categoria, hanno richiesto un incontro con l’appena insediato Prefetto di Cremona Vito Danilo Gagliardi.
Al cospetto del Prefetto c’erano i vertici dell’Associazione Provinciale: Giovanni Bozzini, Presidente di Cna Cremona; Mariella Marcarini, Presidente della FITA Cremona (la categoria degli autotrasportatori della CNA) e Adriano Bruneri funzionario responsabile territoriale e regionale degli autotrasportatori della FITA CNA.
Sono state ribadite le preoccupazioni delle imprese artigiane, per la crescita del fenomeno della presenza di attività ‘invisibili’, che esercitano completamente in nero.
«Quello dell’abusivismo nel settore dell’artigianato – ha affermato Bozzini – è un fenomeno che deve essere fermato. Sta assumendo dimensioni preoccupanti, creando danni evidenti per le categorie interessate, generando concorrenza sleale e compromettendo la sopravvivenza degli operatori regolari”.
Rispetto delle regole e lotta all’abusivismo sono anche i temi evidenziati dal settore autotrasporto.
“Abbiamo presentato al Prefetto un documento – ha affermato Marcarini – nel quale, pur ribadendo tutta una serie di osservazioni già fatte al suo predecessore, abbiamo ritenuto necessario porre l’accento su due questioni particolari: regole e abusivismo. Riteniamo infatti che un territorio come il nostro, vicino a grandi realtà metropolitane, ma slegato da esse in termini di infrastrutture non efficienti, non possa non basarsi per restare competitivo su regole certe che siano da tutti i competitors condivise e soprattutto rispettate”.
CNA sostiene con forza che senza un impegno sul terreno delle infrastrutture finalizzato a togliere dall’isolamento Cremona e il suo territorio, non ci può essere un rilancio vero dell’economia locale.
Il Prefetto Gagliardi, rispondendo alle sollecitazioni della CNA, si è impegnato a proseguire il percorso nel rispetto della continuità del lavoro svolto prima del suo insediamento. Ha ribadito la disponibilità ad ulteriori incontri tra le forze economiche e con i rappresentati delle Forze dell’Ordine, per pianificare mirate attività di controllo e specifiche misure volte ad ottimizzare l’azione delle forze di polizia.
“E’ stato un confronto positivo – conclude Marcarini – nel corso del quale il Prefetto si è mostrato attento e sensibile, dando la massima disponibilità a garantire alle associazioni di categoria, un fattivo e comune impegno, ciascuno secondo le proprie competenze. Ed è proprio questo quello che noi ci auspicavamo”.

© Riproduzione riservata
Commenti