Commenta

Lettura di targhe mobile:
più di 20 contravvenzioni
elevate in qualche settimana

Grazie al sistema installato sull'auto della polzia locale di Crema si cerca di eliminare il problema della sosta selvaggia in città

Sono già 23 le contravvenzioni elevate grazie all’innovativo sistema di lettura targhe mobile, in forza alla polizia locale di Crema e operativo da qualche giorno. Si tratta di un vero e proprio varco elettronico – stessa tecnologia, stessa concezione – con il vantaggio di poter essere utilizzato in modo più versatile, controllando il traffico stradale.

Consente infatti, come spiega il comandante della pl Giuliano Semeraro, di multare quei veicoli che risultano essere sprovvisti di assicurazione o che non hanno superato la revisione, leggendo le targhe dei mezzi in movimento. “Così facendo e risalendo ai dati identificativi veicolo riusciamo a recuperare tutto quanto è necessario al controllo. Attualmente abbiamo già elevato numerose contravvenzioni, accertando la presenza di veicoli non assicurati e in un caso addirittura il conducente risultava senza patente ed è stato fermato”.

L’altro utilizzo per il quale è stato acquistato il “Targa System” (per un costo complessivo di circa 7.000 euro) è quello di tentare di ridurre il problema della sosta selvaggia in città: “Partendo dalle segnalazioni dei cittadini che ci chiedono di intervenire, riusciamo ad individuare le macchine parcate su piste ciclabili, marciapiedi, fermate dei bus o stalli di sosta per portatori di handicap. La finalità – ha aggiunto il comandante – è quella di incrementare la concezione di sicurezza stradale”.

 

Le contravvenzioni elevate sono state 8 per la circolazione senza assicurazione e 15 per sosta vietata.

Ambra Bellandi

© Riproduzione riservata
Commenti